Zanzare, caldo e scirocco in aumento! Temporali in agguato venerdì?

Zanzare, caldo e scirocco in aumento! Temporali in agguato venerdì?

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Caldo fuori stagione, stabilità atmosferica ad oltranza, siccità, zanzare, mare tiepidi, bagni e tintarelle, se non fosse per il calendario sembra di essere davvero in estate.

Dire di stare come in estate non è errato in quanto le massime sono arrivate a raggiungere tranquillamente i + 28°C all’ombra ( come accade normalmente nei mesi estivi in compagnia dell’alta pressione delle Azzorre ), un pò fresche le minime ma mica tanto, dato che in riva al mare rasentano sempre i + 20°C, valori inferiori solo nelle piane e valli.

Foto dello Stretto cristallino di Antonio Aloisi.

Senza tirare in ballo i cambiamenti climatici ed il global warming, è incredibile come possa perdurare senza sosta tale anomalia calda al centro/sud e su gran parte dell’Europa orientale, in molti casi i valori termici sono ampiamente oltre le medie del periodo ed a preoccupare è anche la siccità. Parecchi invasi idrici del Sud iniziano a segnare valori allarmanti, vi sono località della Sicilia orientale che non raggiungono neanche i 200mm annui, valori quasi desertici se non del tutto.

Analizzando la situazione in atto nel Mediterraneo, ad ovest della Sardegna si sviluppano imponenti ammassi temporaleschi diretti verso nord, mentre tra Liguria, Lombardia e Piemonte sono in atto violente celle temporalesche semi stazionarie, frutto del flusso umido che risale dal Tirreno che pilota una gran mole di umidità, il tutto enfatizzato dall’orografia locale. Una situazione bloccata che tenderà ulteriormente ad acquisire vigore ma dalla lenta evoluzione, ecco perchè dove sta piovendo continuerà ancora a piovere con lo spettro dell’alluvione, mentre nuovi temporali sono diretti verso Sardegna, Corsica e da metà settimana anche verso la Sicilia e Malta.

Prima che avanzi la struttura ciclonica dal Mediterraneo occidentale, è atteso un graduale incremento dei valori termici in quota unitamente ad un flusso sciroccale sempre più intenso, venti di scirocco che diverranno particolarmente intensi sul nord Sicilia entro giovedì. Si tratterà a tutti gli effetti di una rimonta pre frontale nord africana, quindi anche una configurazione normale per il mese corrente ma preludio di un successivo guasto atmosferico. Non appena sul nord Sicilia si intensificheranno i venti di caduta e con l’arrivo delle isoterme più calde, è facile immaginare che si possano superare i +30°C, ma anche altrove la soglia dei 30°C sarà facilmente raggiunta, ovunque sembrerà di essere in piena estate. Mar Ionio che diverrà rapidamente mosso, con moto ondoso in netto aumento nel corso della settimana lungo la riviera ionica.

In base agli ultimi aggiornamenti dai modelli matematici, la struttura depressionaria potrebbe avvicinarsi in modo sospetto tra Giovedì e Venerdì, saranno indispensabili i futuri aggiornamenti per capire la reale collocazione del minimo e l’apporto umido sciroccale. E’ probabile che la Sicilia occidentale e meridionale possa essere coinvolta da una sfuriata temporalesca anche intensa, impossibile dire al momento se anche il versante ionico sarà altrettanto colpito dai temporali. Una cosa è certa, se l’autunno sembra non essere mai partito, il calore a disposizione continua ad essere tanto e questo non è un elemento certamente positivo per il proseguo della stagione delle piogge.

 

 

Pubblicato il 21/10/2019 23:40

Altri articoli che potrebbero interessarti