Weekend condizionato dal forte scirocco sabato e dalle piogge domenicali! Fenomeni anche lunedì.

Weekend condizionato dal forte scirocco sabato e dalle piogge domenicali! Fenomeni anche lunedì.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Dopo ben due sciroccate nell’arco di una settimana e le relative fasi instabili che tanti danni e disagi hanno arrecato, ecco che termina anche questa momentanea fase stabile ed asciutta.

Come da copione, proprio in prossimità del fine settimana ecco alle porte una nuova fase perturbata pronta ad approdare in Sicilia, preceduta da forti venti di scirocco e seguita da piogge copiose e localmente intense prima domenica, poi lunedì sul nord Sicilia.

Una saccatura atlantica colma d’aria fredda in quota penetrerà nel Mediterraneo occidentale, attivando intense correnti meridionali ed una nuova fase temporalesca con nubifragi su Liguria, Piemonte, Valle D’Aosta a suon di piogge intense e neve abbondante sulle Alpi, così come intenso maltempo sul Tirreno e Sardegna. A seguire si isolerà un cut-off alquanto strutturato ed insidioso che avrà come obiettivo Sicilia, Calabria e lunedì il mar Ionio.

Sabato 23 la giornata esordirà con cielo da poco a parzialmente velato e scirocco moderato, ma nel corso del pomeriggio lo scirocco tenderà a divenire intenso, a carattere di burrasca entro sera sul nord Sicilia e settore nord dello Stretto, mentre lungo la fascia ionica e sui Peloritani inizieranno ad avvicendarsi le prime precipitazioni.

Il vento potrà lambire e localmente superare la soglia dei 100 km/h lungo la Sicilia tirrenica, prestate massima attenzione sui viadotti moderando la velocità in autostrada, oltre che evitare di sostare in prossimità di grossi alberi, cartelloni pubblicitari ed oggetti pericolanti.

Domenica 24 esordirà all’insegna del maltempo, piogge, rovesci e temporali anche intensi potranno approdare già prima dell’alba, è altamente probabile che la mattinata domenicale sarà condizionata pesantemente dal maltempo sulla Sicilia centro/orientale, temporali intensi anche verso la Calabria.

Man mano che il vortice depressionario centrerà in pieno le nostre teste, i fenomeni diverranno meno intensi ed il vento cessare sino a divenire debole, ma sarò tutto provvisorio in quanto con la rotazione dei venti dai quadranti settentrionali giungeranno sul nord Sicilia altri fenomeni. Neve copiosa sull’Etna oltre i 1700m di quota.

Lunedì 25 sarà una giornata altamente instabile da Palermo a Messina, allorquando la ritornante da nord piloterà rovesci e temporali che contribuiranno a lievitare l’accumulo pluviometrico tant’è che non si escludono anche locali allagamenti e piene soprattutto nella zona nebroidea.

Venti intensi di maestrale e mar Tirreno molto mosso. Attenuazione dei fenomeni verso sera ma ancora probabili, seppur in modo più irregolare. Neve sul versante nord dell’Etna.

Da martedì netto e deciso miglioramento grazie un confortante aumento pressorio nel Mediterraneo ed un flusso zonale che alzerà il tiro sull’Europa centrale. Per diversi giorni potremo apprezzare un clima gradevole ed asciutto ma consapevoli che l’inverno è ancora ai nastri di partenza e potrebbe ripresentarsi già con l’avvento del mese di dicembre.

Foto di copertina di Valeria Pamparana

Pubblicato il 22/11/2019 23:49

Altri articoli che potrebbero interessarti