Ventilato e fresco sabato, tempo splendido domenica!

Ventilato e fresco sabato, tempo splendido domenica!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Mentre il nord Atlantico continua a sfornare cicloni extratropicali di inaudita violenza, l’ultimo della serie proprio in queste ore con valori barici da capogiro, in sede Mediterranea le cose vanno molto male.

La siccità ha assunto valori notevoli, manca all’appello molta acqua meteorica non pervenuta, le riserve idriche sono ridotte per il periodo e la neve in quota è quasi del tutto sparita.

Attualmente il maestrale spira intensamente al Sud, merito una debole perturbazione in transito sull’Adriatico responsabile di piogge e qualche temporale in Calabria, il nulla al momento sul nord Sicilia se non variabilità e mar Tirreno molto mosso.

Il weekend sarà caratterizzato da una ventilazione moderata al mattino dai quadranti settentrionali sabato ma in calo verso sera. Da segnalare qualche annuvolamento cumuliforme al mattino ma innocuo, per il resto nulla da segnalare.

Domenica sarà una splendida giornata e condita da una ventilazione quasi assente, ideale ancora una volta per una bella passeggiata all’aperto, attività ricreative di ogni tipo, escursioni in montagna fuorchè sulla neve, gli impianti sciistici etnei sono chiusi a causa della carenza di neve. Ancora una volta circoleranno foto scattate in spiaggia ed in riva al mare, certamente non in costume ma la dice lunga riguardo questa stagione invernale climaticamente fallimentare.

L’inizio della prossima settimana sarà caratterizzata ancora da temperature oltre le medie del periodo, merito un flusso subtropicale in quota che precede un fronte atlantico in avvicinamento verso l’arco alpino, mentre l’alta pressione potrebbe cedere entro mercoledì 19 con l’ingresso di aria fredda dalla valle del Rodano e la genesi successiva di una circolazione depressionaria al centro/sud e la possibilità di piogge e nevicate sui rilievi, ma di questo avremo modo di parlarne nei prossimi bollettini meteo.

Foto di copertina di Janos Nunnari.

Pubblicato il 14/02/2020 22:47

Altri articoli che potrebbero interessarti