Venerdì instabile tra Calabria e Sicilia, perturbato sullo Ionio. Sabato ampie schiarite, inaffidabile domenica!

Venerdì instabile tra Calabria e Sicilia, perturbato sullo Ionio. Sabato ampie schiarite, inaffidabile domenica!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Finalmente la pioggia e la neve sulle Alpi, finalmente acqua benedetta che va a rifocillare tutti i principali corsi d’acqua di tante regioni rimaste a secco per troppo tempo. Che tutto questo sia avvenuto solo con l’avvento del mese d’aprile poco importa perchè la primavera è anche questo alle nostre latitudini, la dinamicità che contraddistingue questo periodo dell’anno produce proprio questa fenomenologia vivace da nord a sud, sotto forma di mareggiate, venti intensi, temporali, piogge ed anche neve sui rilievi. Nello Stretto di Messina, ad esempio, riappare lo scirocco in modo frequente ed anche talvolta intenso, incubo per i pescatori dello Stretto e per tutti coloro che risiedono nei tratti a rischio erosione costiera.

Pioggia benefica anche in Sicilia e neve sull’Etna oltre i 2000m di quota, ma anche un clima fortemente umido e sciroccale caratterizzato dalla presenza di banchi nebbiosi a ridosso dell’autostrada Messina – Catania nei pressi dei paesi Etnei, nebbia fitta anche su Taormina, su tutti i sobborghi collinari ionici ed a ridosso della nostra città. Vento intenso di scirocco nella riviera nord e lungo il settore tirrenico siculo dove le temperature segnavano valori superiori rispetto l’area ionica, ma anche qui non sono mancati gli scrosci di pioggia.

Passata una perturbazione, eccone un’altra arrivare dall’entroterra Algerino, anzi a dire il vero lo Ionio diverrà sede Venerdì per la genesi di un vortice ciclonico destinato a puntare la Grecia entro sera. E’ chiaro che nel corso della sua genesi ed evoluzione, aumenterà nuovamente la nuvolosità tra Sicilia, Calabria ed area ionica con nuove precipitazioni anche a carattere di rovescio o persistente a ridosso dei paesi Etnei, area ionica peloritana e bassa Calabria. Tuttavia, si formeranno anche ammassi temporaleschi intensi ma essi dovrebbero solo lambire la porzione meridionale della nostra Regione per poi puntare lo Ionio, ma sarà il nowcasting a dirci la verità. Da segnalare intensi venti ciclonici in mare aperto, scirocco in pieno Ionio, poi grecale e venti da nord entro sera sul nord Sicilia. Mar Ionio molto mosso con moto ondoso in aumento, da poco mosso a mosso entro sera il basso Tirreno.

Sabato 6 una giornata interlocutoria con ampi spazi soleggiati e temperature massime aumento. Da segnalare solo addensamenti cumuliformi pomeridiani.

Domenica 7 le cose sono destinate a mutare nuovamente ad iniziare dal trapanese e palermitano al mattino, in modo diffuso nel corso del pomeriggio sul nord Sicilia e rovesci probabili tra Madonie e Nebrodi con evoluzione delle precipitazioni anche sul resto del messinese seppur in modo irregolare. Tempo inaffidabile in riva allo Stretto dal primo pomeriggio.

Spiccata variabilità con piogge e rovesci in serata anche su Gelese, Agrigentino, Ragusano e Siracusano. Venti moderati di ponente e temperature massime in calo. Mar Tirreno da mosso a molto mosso, soprattutto il settore ovest ed il canale di Sicilia.

Foto di copertina di Antonio Aloisi.

 

Pubblicato il 05/04/2019 00:22

Altri articoli che potrebbero interessarti