Ultimi focolai temporaleschi, poi breve parentesi estiva. All’orizzonte nessun sussulto autunnale!

Ultimi focolai temporaleschi, poi breve parentesi estiva. All’orizzonte nessun sussulto autunnale!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Settembre sta facendo il suo decorso e contraddistinto per gran parte da un clima prettamente estivo, anche moderatamente afoso per il periodo e soprattutto segnato dall‘assenza di perturbazioni organizzate di stampo autunnale.

Tuttavia, in tutto questo la Sicilia appare “un’Isola felice” meteorologicamente parlando in quanto non abbiamo mai registrato valori particolarmente elevati in piena estate, mentre i temporali nelle ultime ore hanno regalato apporti pluviometrici preziosi, seppur in modo piuttosto irregolare e difforme, com’è accaduto per il mese d’agosto ed in modo importante a giugno.

L’insidiosa depressione localizzata tra Sardegna e Sicilia continua la sua azione in pieno mare ma capace di destabilizzare l’atmosfera localmente anche lungo le coste e nell’entroterra nelle ore diurne. Accadrà ancora anche nelle prossime ore di rivivere tale scenario con isolate celle marittime vagare in mare aperto o pelo costa, mentre dalla tarda mattinata e primo pomeriggio di Sabato si ripresenteranno i classici temporali di calore, nubi torreggianti che privilegeranno ancora una volta l’Etna, i Peloritani meridionali, Nebrodi, Aspromonte, mentre il tempo dovrebbe essere prevalentemente asciutto in riva allo Stretto di Messina in un contesto di spiccata variabilità.

Temperature stazionarie. Ventilazione inizialmente debole variabile, poi destinata a disporsi dai quadranti settentrionali, segno che la depressione sta per abbandonare la scena.

La giornata domenicale sarà contraddistinta da tempo prevalentemente stabile e soleggiata, eccezion fatto isolati addensamenti cumuliformi in mare aperto all’alba.

A corredo la mappa riferita ai focolai temporaleschi di Sabato e la ventilazione sui mari italiani.


La settimana entrante esordirà momentaneamente con tempo ancora buono ed estivo ma solo all’estremo Sud ed in Sicilia.

Sul medio/alto versante Adriatico si farà strada una linea instabile causata da un fronte freddo in discesa dal nord Europa e seguita da aria di matrice artica ma destinata a puntare i Balcani.

Per tali motivi, stando alle emissioni modellistiche odierne, non si verificherà alcuna rottura stagionale tale da apportare un vistoso calo delle temperature su tutta la Penisola nè tanto meno nevicate a quote rilevanti per il periodo o condizioni perturbate importanti da invocare l’anticipo della stagione invernale!

L’azione prorompente dell’alta pressione delle Azzorre da ovest darà una netta spallata all’incursione artica verso i Paesi dell’est, gran parte del Mediterraneo centro/occidentale rivivrà nuovamente condizioni pienamente estive ad esclusione del settore orientale.

Non mancheranno comunque venti tesi, una flessione termica e contrasti atmosferici seppur fugaci.

A corredo il confronto tra i diversi modelli matematici riferiti alla giornata indicativa di mercoledì 26 settembre, emissioni ovviamente provvisorie e destinate a mutare!

Foto di copertina di Fabio Capillo.

Pubblicato il 21/09/2018 22:50

Altri articoli che potrebbero interessarti