Ultime ore di maestrale e piogge. Febbraio esordirà con lo scirocco!

Ultime ore di maestrale e piogge. Febbraio esordirà con lo scirocco!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Piove in modo battente in riva allo Stretto di Messina, anche temporali serali, locali grandinate ma soprattutto mareggiate tirreniche. E’un inverno davvero ostile dalle nostre parti come non si vedeva da anni, non tanto per i singoli episodi instabili quanto per la loro frequenza e costanza.

Detto questo, proprio in nottata transiterà sul nord Sicilia la parte più attiva ed instabile della perturbazione nord Atlantica in atto sul nostra Paese, produrrà ancora locali rovesci e temporali accompagnati da isolati tuoni roboanti, locali grandinate e neve oltre gli 800m di quota. Ci attendiamo ottimi accumuli di neve fresca a Gambarie D’Aspromonte, particolarmente esposto alle correnti di maestrale, ma la neve fresca non mancherà sui Nebrodi e sulle vette più elevate dei Peloritani. Le precipitazioni si susseguiranno ancora nel primo mattino della giornata di Giovedì 31, ma nel corso del giorno si faranno sempre più ampie le schiarite, cessazione dei fenomeni ed un lento quanto graduale rialzo termico in quota. Ventilazione sostenuta di maestrale al primo mattino, tendente a divenire quasi assente per poi ruotare dal pomeriggio dai quadranti meridionali o di libeccio! Da segnalare il Tirreno agitato in nottata, prestate massima attenzione.

Ed è proprio la rotazione dei venti da sud a testimoniare un cambiamento netto della circolazione atmosferica che si concretizzerà in modo concreto nel corso di Venerdì 1 febbraio. A causare tale capovolgimento di fronte una saccatura atlantica destinata a puntare il Mediterraneo occidentale, la risposta sarà un flusso mite d’estrazione nord africano composto da forti venti di libeccio con mareggiate sul medio/alto Tirreno e mar ligure, finalmente pioggia o neve in particolare al nord Ovest e sulle Alpi ed un richiamo mite al Sud con valori che dopo tanto tempo supereranno agevolmente la soglia dei + 15°C, con punte anche di +18°C o + 20°C nei settori sotto vento della Sicilia settentrionale o coste adriatiche.

La risposta sarà inevitabile anche in riva allo Stretto di Messina con un rognoso vento di scirocco che esordirà già al mattino del il primo giorno di febbraio, vento destinato a divenire particolarmente teso soprattutto nel settore nord della nostra riviera dove attingerà intensità grazie alla spinta orografica del nostro territorio. Stretto di Messina da mosso a molto mosso, mosso anche lo Ionio al largo di Capo Pellaro. Il Rè dello Stretto tornerà a farci visita dopo settimane dominate dal tempo atlantico, un vento che annuncia sempre futuri guasti atmosferici, apporta umidità atmosferica, anche pulviscolo desertico e mitezza in pieno inverno.

I venti da sud, sotto forma di venti di scirocco in pieno Ionio, ostro o libeccio sul finire, ci terranno compagnia per tutta la giornata di Sabato 2 ma sino a questo momento nessuna pioggia degna di nota è prevista, se non sul far della sera od a cavallo della giornata domenicale quando è atteso il transito del fronte freddo, foriero di piogge o rovesci. A seguire rotazione della ventilazione dai quadranti occidentali domenica 3 ed un netto calo delle temperature, mentre aumenterà l’instabilità sul basso Tirreno ed il mare che diverrà rapidamente molto mosso. Mosso anche lo Ionio per onde di mare lungo.

Pubblicato il 30/01/2019 23:44

Altri articoli che potrebbero interessarti