Arrivederci clima afoso. Prestare massima attenzione nel Tirreno venerdì.

Arrivederci clima afoso. Prestare massima attenzione nel Tirreno venerdì.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

L’estate stabile, quella stabile e moderatamente calda tranne isolati giorni di clima particolarmente torrido ma senza eccessi è entrata ufficialmente a pieno regime dal 26 giugno scorso. Fino ad oggi è stata una sequenza di belle giornate tutte ideali da trascorrere in spiaggia ed in mare senza alcuna minaccia concreta. Eravamo partiti con le temperature dei mari sotto media ma dopo questo periodo stabile la superficie del mare nostrum ha subito una netta impennata con temperature prossime ormai ai 28°C, specie il Tirreno.

Purtroppo l’estrema dinamicità atmosferica che condiziona questa stagione estiva indurrà una pausa momentanea anche traumatica per alcuni, soprattutto per coloro che risiedono lungo il versante tirrenico o montano. La saccatura nord atlantica che coinvolgerà il nostro Paese ha caratteristiche tipiche delle manovre autunnali /invernali e potrà scatenare in questo periodo dell’anno fenomeni localmente tosti da monitorare.

Prestare massima attenzione da Giovedì notte ma soprattutto Venerdì 15 quando i contrasti potrebbero generare grossi ammassi temporaleschi nel Tirreno, in particolar modo nel settore prospiciente l’arcipelago Eoliano, il messinese e la Calabria tirrenica. Il grande carico di umidità e calore accumulatosi nei bassi strati ed il contributo della superficie marina sarà sufficiente a sfornare manifestazioni temporalesche toste, con scariche elettriche a raffica, pioggia torrenziale e probabili fenomeni vorticosi come accadde in altre stagioni. Le trombe marine tipiche di questo tratto di mare trovano alimento nelle acque miti per cui prestate massima attenzione senza correre rischi inutili anche per una fotografia. Evitate pertanto ogni attività in mare, dalla pesca sportiva e professionistica alle escursioni, mettendo a riparo le imbarcazioni e tutto ciò che potrebbe essere spazzato dalla furia del mare dato che il maestrale sarà davvero impetuoso al largo con mareggiate forti Venerdì e Sabato. Trovare simili guasti del tempo nel cuore dell’estate e con tali caratteristiche è raro, inoltre molta gente ormai non crede più agli avvisi meteo visto la scarsa qualità dell’informazione che transita nel web ma stavolta ci sono tutti gli elementi per lanciare un’allerta meteo. A corredo alcune fotografie del 15 luglio 2014, giorno in cui furono fotografate decine di trombe marine nel tratto che va da San Saba a Mortelle, alcune delle quali anche pelo-costa per la gioia dei fotografi ed il terrore dei bagnanti.

10440642_10204447275569836_2676902485044634097_n 10448779_10204446996282854_2855074724106532181_n

Ci auguriamo vivamente che questa tempesta atlantica non causerà danni agli stabilimenti che proprio in questo periodo devono necessariamente fare cassa, soprattutto alla luce di un mese di giugno deficitario ed il mese di agosto sempre più vicino con le incognite del caso. Il tempo lentamente tornerà alla normalità da lunedì, sia per l’attenuazione della ventilazione che per il rialzo termico su valori nuovamente estivi.

 

Pubblicato il 13/07/2016 09:49

Altri articoli che potrebbero interessarti