Tra mercoledì 6 e giovedì 7 possibili piogge forti nel versante tirrenico messinese per “effetto Alcantara”?

Tra mercoledì 6 e giovedì 7 possibili piogge forti nel versante tirrenico messinese per “effetto Alcantara”?

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Giungono conferme dai lam e dai modelli su quella che sarà la più forte sciroccata stagionale dove dal versante tirrenico messinese fin verso quello ionico si attiverà un flusso sciroccale forte, a tratti anche molto forte dove le raffiche di caduta nel versante tirrenico della nostra Provincia potranno facilmente superare gli 80/90 km/h con picchi anche superiori ai 100 km/h specie mercoledi tra la tarda mattina e il primo pomeriggio.

Una conca depressionaria atlantica infatti si insinuerà con modalità bassa dalla Spagna fin verso il Mediterraneo occidentale fino a raggiungere le nostre acquee di ponente dove si formerà un minimo al suolo nel tirreno centro/settentrionale, in contemporanea ad un aumento di pressione nel Mediterraneo orientale e settore balcanico con infittimento delle isobare che formeranno un forte gradiente barico in prossimità del settore tirrenico italiano fin verso lo Ionio meridionale.

coamps-0-60

Questo forte flusso sarà scalzato via la mattinata di giovedì da venti più freschi atlantici con cessazione dello scirocco e dove in quota potrà arrivare da occidente aria più instabile apportando qualche pioggia anche nelle nostre zone.

C’è da dire però che in queste situazioni di venti così forti sia in quota che al suolo, come avvenuto in annate come 2008 o 2010, possa configurarsi qualche situazione instabile per il cosidetto fenomeno “Alcantara” che può apportare piogge a tratti consistenti nel settore tirrenico messinese, dove a volte come accaduto in quegli anni, possono verificarsi autentici nubifragi.

Certamente il lam COAMPS mette in evidenza quanto detto, con piogge di un certo peso che potrebbero manifestarsi qualora questo fenomeno riuscisse ad incastrarsi dettato da venti di caduti molto forti di scirocco che dallo Ionio andrebbero ad incanalarsi sin verso la valle dell’Alcantera e secondo una traettoria Se/NW andar a ridiscendere nel settore tirrenico carichi di umidità.

E’ un’ipotesi, come sempre e deve esser presa con le pinze, non è detto che possa manifestarsi e ne riparleremo domani sera cercando di tracciare qualche possibile soluzione.

coamps-2-60

Certamente nel contempo, arriveranno mareggiate nelle ioniche con onde stimate dai lam sui 4-5 mt di altezza
e rendendo il fenomeno dell’erosione della costa una nuova minaccia anche per il molo di Tremestieri che resterà chiuso e con il fenomeno dell’insabbiamento un altro problema in più per la navigazione che sarà costretta a fermarsi da questo approdo.

Ci aggiorneremo a presto.

Pubblicato il 04/03/2013 11:19

Altri articoli che potrebbero interessarti