Tornano nubi e piogge dal Tirreno. La porta atlantica rimane spalancata!

Tornano nubi e piogge dal Tirreno. La porta atlantica rimane spalancata!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Finalmente una domenica gradevole dopo giorni di pioggia e temperature invernali. Anche se l’inverno non ha regalato in riva allo Stretto di Messina alcuna nevicata storica o comunque coreografica, l’inverno in atto si sta rivelando davvero tosto, molto dinamico e nevoso per le quote di montagna. E’ stata una giornata fantastica di sport e svago sulle piste di Gambarie D’Aspromonte, una località stupenda visibile dalla nostra città e facilmente raggiungibile dove la neve non manca, così come sull’Etna ed a Piano Battaglia, anche questa meta letteralmente presa d’assalto nonostante la nostra Regione non faccia nulla per puntare sul turismo invernale.

La stasi domenicale, come annunciato, ha ormai le ore contate in quanto stanno per giungere nubi e piogge dal Tirreno, in rotta verso la Calabria ed il nord Sicilia, segnatamente verso l’arcipelago Eoliano ed il messinese tirrenico.

A seguire ventilazione che si dispone tesa da ponente e con il Tirreno che diverrà agevolmente molto mosso, poco mosso lo Ionio sotto costa. Temperature in calo nel corso del giorno con quota neve prossima ai mille metri di quota sull’Appennino calabro/lucano. Sarà un Lunedì pertanto all’insegna dell’inaffidabilità meteo o della variabilità.

Martedì 29 dal Tirreno transiterà un minimo depressionario colmo d’aria fredda d’estrazione nord Atlantica responsabile di piogge, rovesci e locali temporali tra Palermo e Messina, mentre le temperature sono destinate ulteriormente a calare e la quota neve attestarsi intorno gli 800/900m. Nuove nevicate tra Madonie e Nebrodi, altra neve su Gambarie D’Aspromonte. Schiarite più diffuse procedendo verso la riviera ionica, escluse dalle precipitazioni le altre province. Mar Tirreno molto mosso, poco mosso lo Ionio sotto costa.

Mercoledì 30 ancora piogge, rovesci, venti intensi sul Tirreno e tanta instabilità che si rinnova dalla Campania alla Calabria, coinvolto ancora una volta anche il messinese tirrenico e lo Stretto di Messina da nuove precipitazioni irregolari e neve in montagna, soprattutto dal pomeriggio sera. Ponente e maestrale burrascoso dal pomeriggio con il Tirreno molto mosso. Collegamenti difficoltosi.

Da Giovedì 31 miglioramento delle condizioni atmosferiche ed un graduale quanto progressivo aumento delle temperature grazie l’inserimento di correnti libecciali, indice di una nuova saccatura atlantica in ingresso sul Mediterraneo centro/occidentale in prossimità del prossimo weekend.

( Foto di copertina di Davide Fragale )

 

 

Pubblicato il 27/01/2019 23:53

Altri articoli che potrebbero interessarti