Torna la neve in Sicilia tra Nebrodi e Peloritani. Altra occasione per neve sui Colli San Rizzo.

Torna la neve in Sicilia tra Nebrodi e Peloritani. Altra occasione per neve sui Colli San Rizzo.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Torna la pioggia in riva allo Stretto di Messina, a tratti anche battente ma le temperature seppur fredde, sono in linea con il periodo o poco meno. La neve al momento si deposita oltre i 1000m di quota come dovrebbe fare in questo periodo dell’anno, ma come annunciato nel precedente bollettino meteo, la quota neve è destinata a discendere sotto tale soglia nelle prossime ore.

Tutto merito di una nuova discesa d‘aria artica, stavolta non gelida ma ugualmente fredda dalla Groenlandia, massa d’aria questa che scorrendo prima sull’oceano Atlantico tende a mitigarsi ma nello stesso momento ad arricchirsi di umidità, quindi meno fredda ma solo nei bassi strati. Ecco perchè l’aria artica d’estrazione marittima è più prolifera di precipitazioni rispetto le sfuriate continentali, in questo caso le precipitazioni ed i temporali sono nettamente più diffusi. In compenso meno episodi di neve al piano tranne in quelle poche località dove sussistono condizioni e termiche idonee, più neve in montagna e soprattutto in quella porzione d’Appennino scartato dalle correnti nord orientali. In queste ore e nelle prossime ore continuerà a nevicare tra Campania e Calabria, con tanta neve in Sila e sul Pollino, oltre che in Basilicata dove diverse scuole domani saranno chiuse per neve. La prima neve dell’anno compare anche in Sardegna, domani diverse località collinari mostreranno ottimi accumuli nevosi.

Detto questo, tornerà a nevicare sui rilievi siculi, segnatamente sui Nebrodi dove ci attendiamo altra neve su quella già esistente. In diversi comuni montani si potrebbero registrare accumuli al suolo notevoli, mentre tornerà a nevicare anche a quote inferiori ai mille metri di quota un pò ovunque, come sui Peloritani ed Etna.

Nelle prossime ore giungerà dal Tirreno un nuovo fronte nuvoloso che sancirà il crollo termico in quota. Entro la mattina di Giovedì 10 le precipitazioni avranno raggiunto le coste del nord Sicilia mentre in quota tornerà a nevicare. Si consiglia pertanto di munirsi di copertoni termici o catene per tutti coloro che dovranno raggiungere località di alta collina/montagna o strade interne. Le recenti esperienze consigliano prevenzione massima e prudenza, la nostra Regione non è preparata ad affrontare condizioni di cattivo tempo per pioggia, figuriamoci per neve.

Le temperature si manterranno rigide per tutta la giornata di Venerdì 11 mentre sul nord Sicilia si alterneranno nubi e rovesci irregolari, mentre l’apice si registrerà entro Sabato 12 quando al mattino sarà presente un’isoterma prossima ai -5°C per una quota di riferimento di 1500m. In questo frangente, le precipitazioni potrebbero risultare nevose oltre i 600m di quota, salvo precipitazioni particolarmente intense ed insistenti o meglio ancora in presenza di cumulonembi o nubi convettive.

In caso di temporali non si possono neanche escludere locali accumuli al piano di grandine o neve tonda in collina, una fenomenologia tipica delle perturbazioni a carattere freddo. Sarà una valida occasione per poter apprezzare un pò di neve fresca e biancore sui nostri Colli San Rizzo, beffati incredibilmente dalla recente sfuriata balcanica per pochi chilometri mentre altrove nevicava al piano.

Le temperature aumenteranno di qualche punto solo Domenica 13 ma permarrà l’inaffidabilità atmosferica ed il clima invernale.

 

Pubblicato il 09/01/2019 22:49

Altri articoli che potrebbero interessarti