Tempo perturbato al Nord, instabile al Centro, variabile al Sud.

Tempo perturbato al Nord, instabile al Centro, variabile al Sud.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

L’assenza dell’alta pressione delle Azzorre sta segnando negativamente l’inizio dell’estate meteorologica nel nostro Paese. Mentre il Nord Italia e la pianura Padana si è trasformata in una fucina temporalesca che poco ha da invidiare agli USA, sul resto d’Italia il tempo sta mostrando clamorosi capovolgimenti atmosferici tra miglioramenti ed improvvisi annuvolamenti anche a carattere temporalesco, venti intensi, mareggiate e temperature ballerine.

L’alternanza dello scirocco e del maestrale è segno inequivocabile che in sede Mediterranea si stanno avvicendando depressioni atlantiche, libere di entrare dal nord Europa in quanto l’alta pressione delle Azzorre se ne sta beata in pieno Atlantico e non devia il flusso verso altre lande.

Ciò determinerà un inizio di settimana a tratti perturbata al nord, zone alpine e prealpine, altamente instabile su alcune regioni del centro, in primis le aree appenniniche, variabile al Sud ed in Sicilia dove le cose andranno meglio.

Lunedì 8 il tempo esordirà con molte nubi e precipitazioni più estese tra Campania ed alta Calabria, isolati acquazzoni e fugaci temporali nord africani tra Canale di Sicilia e Basso Tirreno. Il rischio di piovaschi tra una schiarita e l’altra sarà elevato anche se con accumuli di poco conto, in miglioramento entro sera. Venti che si dispongono da Sud con locali rinforzi solo nel settore nord dello Stretto, deboli altrove e tendenti a disporsi da ovest dal tardo pomeriggio. Mari localmente mossi

Da martedì e per il resto della settimana vaste schiarite ed annuvolamenti diurni nelle zone interne con isolati acquazzoni. Andrà meglio lungo le coste mentre i venti si disporranno da nord nello Ionio, da nord ovest tra il debole ed il moderato nel Tirreno mentre le temperature saranno in linea con il periodo corrente. Sul resto del Paese come annunciato, intensi temporali sugli Appennini ed al Nord, segno che non siamo dentro nessun campo anticiclonico.

In tutto ciò, il Sud e la Sicilia potrebbe beneficiare di maggiori schiarite e parvenza d’estate, fermo restando che il peggio per il momento sfila verso nord e che dovremo attendere l’arrivo dell’alta pressione delle Azzorre per stare sereni.

Foto di copertina di Antonio Aloisi.

 

Pubblicato il 07/06/2020 23:26

Altri articoli che potrebbero interessarti