****SPECIALE NEVE SU MESSINA: Ecco perché potrebbe nevicare in Città!****

****SPECIALE NEVE SU MESSINA: Ecco perché potrebbe nevicare in Città!****

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

12544029_791947730937100_509747394_oI precedenti aggiornamenti nei quali avevo evidenziato la possibilità di nevicate prossime a quote bassissime comprese tra 150/250 mt nel messinese è confermatissima, non solo ma in base agli ultimissimi run modellistici appare concreta la chance che qualche fiocco possa temporaneamente imbiancare la Città.

Si tratterà di una fugace apparizione, qualche fiocco nei momenti tardo serali domenicali e nelle prime ore di lunedì o qualcosa di più?

Ebbene, stando ai vari parametri analizzati dal sottoscritto, si può già da subito rammentare che le condizioni affinché si bissi un evento similare allo scorso 31 Dicembre 2014 appare remoto quanto a estensione e omogeneità dell’evento.

Infatti lo scorso anno l’intero messinese sia tirrenico, che ionico, passando per la Città, fu interamente inglobato da alcuni cm fin verso le spiagge con temperature sotto nevicata che crollarono a valori di 0°C fin verso le spiagge.

Ma da ieri i modelli si stanno orientando verso una crescente possibilità, vento permettendo, di una possibile sorpresa bianca anche nel messinese, specialmente area di pianura tirrenica e in parte anche in Città potrebbero esserci gradite sorprese bianche qualora i vari parametri lo consentiranno.

12510101_791947740937099_133990461_o

Andiamo con ordine e vediamo quali parametri potrebbero favorirne la caduta, temporanea e soprattutto tra la tarda sera del 17 domenica, notte di lunedì e alba del 18. (probabilità stimata ad oggi dell’80% che possa verificarsi qualche locale imbiancata fin verso la zona costiera tirrenica della Provincia o aree cittadine)

I parametri a favore:

Le isoterme alle varie quote, dove nel momento della penetrazione della lingua molto fredda in quota a poco meno di 5000 mt di altezza dove potrebbe entrare l’isoterma di -35°C e supportata da un valore di -5;-6°C la mattina di lunedì alla quota altimetrica di 850hpa che in questo caso si troverà a quota inferiore rispetto ai normali 1500 mt. (grazie infatti al minimo più profondo sotto i 1000 hpa essa dovrebbe essere attorno ai 1350-1400 mt circa)

12546153_791947700937103_1226861050_o

L’intensità dei fenomeni giocherà a favore, qualora essi saranno più intensi potrebbero favorire la caduta e l’accumulo locale in alcune zone, ma non omogeneamente proprio perché stavolta non avremo molto probabilmente fenomeni precipitativi in assenza di correnti al suolo.

12546172_791947750937098_2066042729_o

Lo scorso 30-31 Dicembre 2014 la neve cadde con dolcezza, in maniera fitta, ma in assenza di ventilazione significativa durante alcune fasi. Stavolta appare proprio il contrario e in presenza di ventilazione tesa o forte nord/occidentale, eventuali accumuli saranno non omogenei ma localizzati.

Il mare ancora non troppo freddo e dopo un Dicembre molto anticiclonico potrebbe favorire la nascita di forti moti convettivi e l’instaurazione del classico fenomeno del “Tirrenhian effect snow ” un pò come avviene in America con il “lake effect snow“.

Fenomeno che ha molta importanza sia sul versante Adriatico che sul basso Tirreno, con lo scorrimento di aria molto fredda su un mare tiepido e soprattutto con correnti da NW a tutte le quote dove Messina Città è normalmente favorita per fare grossi accumuli di pioggia in ondate di maltempo.

In questo caso, durante le fasi in coincidenza di maggior espressione negativa delle temperature alle varie quote dettate da isoterme  con valori che abbiamo visto, ed in presenza di eventuali forti fenomeni, potremmo assistere a qualche gradita sorpresa.

12576007_10207526558915694_246223216_n

I parametri contro:

Il vento molto forte in quota e anche alle basse quote che potrebbe favorire apporti solo da quote bassissime e produrre solo eventuali imbiancate, molto fugaci peraltro e senza accumuli importanti al suolo.

Discorso diverso per le basse quote, dove esso produrrà il fenomeno dello STAU, con cumulate nivometriche anche di diversi cm già dalla bassa collina e oltre mezzo metro si stima già da 800-1000 mt di altezza nel corso dell’intera irruzione polare continentale.

Dunque riepilogando, la neve in Città senza accumulo e con sporadiche apparizioni sarà possibile durante queste condizioni elencate e solo tra la tarda serata domenicale 17 Gennaio e le prime ore di lunedì 18. (probabilità tra 50 e 70%)

Neve con accumulo temporaneo in Città (probabilità 25-30%)

La neve nelle aree tirreniche della Provincia appare probabile in maniera maggiore nel comprensorio sotto il settore nebroideo (stimata senza accumulo al 75-90%), con accumulo temporaneo invece (40-50%)

NB. Durante il primo passaggio instabile di domani mattina saranno possibili le prime piogge e rovesci, qualche locale gradinata o gragnolata anche durante l’evento in corso e graupel o neve tonda durante tutta l’intera ondata fredda con imbiancate anche fino alle coste.

Da non confondere con la neve a fiocchi questa, perché più pesante e che cade con più veemenza rispetto alla inconfondibile dolcezza della vera neve soffice caduta lo scorso anno fin verso le nostre spiagge.

NEVE17gennaio

A fine evento colline e molte zone montane saranno sommerse tra settore nebroideo e peloritano versante nord soprattutto, prendete queste previsioni con serietà per evitare problemi di viabilità e munitevi di catene perché ce ne sarà bisogno già da quote molto basse tra i Colli Peloritani e settore Nebrodi già dai 200-300 mt.

Detto questo, vi rimando ai prossimi aggiornamenti, buon evento a tutti!

Pubblicato il 15/01/2016 10:46

Altri articoli che potrebbero interessarti