Scirocco che va, scirocco che viene. In settimana nuovi episodi piovosi!

Scirocco che va, scirocco che viene. In settimana nuovi episodi piovosi!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Si conclude la fase di maltempo che ha tenuto tutti gli addetti ai lavori reperibili h24 sia sabato ma soprattutto domenica. L’insidioso minimo depressionario in risalita dalla Tunisia ha arrecato tantissima pioggia in Sicilia con picchi anche superiori ai 200mm sull’Etna, oltre 100mm sui Pelorotani e momenti delicati nel siracusano, mentre altrove dati sotto controllo. Le precipitazioni attese da giorni si sono rivelate veritiere soprattutto lungo la fascia ionica messinese e sui Peloritani, prova ne hanno i torrenti in piena che hanno riportato verso mare terriccio e fanghiglia, qualche disagio in diversi comuni ionici ma sostanzialmente nessun evento critico. Man mano che si risale lo Stretto di Messina la pioggia caduta ha fatto segnare valori sempre più contenuti ma comunque molto abbondante, mediamente tra 50 e 30mm nel territorio comunale. In città nessun evento atmosferico rilevante se non una pioggia costante e diluita nel tempo, qualche temporale notturno ma ” affogato” nella nuvolosità in risalita dallo Ionio mentre la fase clou è avvenuta in piena notte, tra rovesci intensi e scirocco intenso.Tuttavia, anche stavolta si sono verificati fatti assai spiacevoli, prima su tutte la voglia irrefrenabile di prevedere a tutti i costi un evento alluvionale distruttivo per la nostra riviera ionica, poi la furbata di postare nel web foto di Giardini alluvionata e fatti che accaddero diversi anni fa e per finire la mancanza di fiducia della popolazione nei confronti di alcuni sindaci che ad ogni codice arancione optano per la chiusura delle scuole. Sotto questi aspetti c’è ancora tanto da lavorare, probabilmente in questi anni a nulla è valso il lavoro profuso da chi ha mostrato più affidabilità rispetto chi baratta l’informazione sana in discorsi da bar o scenografici.


Ancora correnti sciroccali, clima umido e nuove piogge

Purtroppo all’orizzonte non si intravede una via d’uscita per il basso Mediterraneo, segnatamente per Sicilia, Sardegna e Calabria.

Mentre su gran parte d’Europa domina l’alta pressione, alle basse latitudini si rinnovano circolazioni depressionarie secondarie alimentate ora da aria fresca balcanica, ora da aria umida oceanica, il tutto va confluire sul Nord Africa e bacini adiacenti.

Lo scirocco continuerà ad essere il protagonista principale anche nelle prossime ore e nei prossimi giorni, complice una nuova area instabile che ha appena fatto ingresso dalla Penisola Iberica la quale si incastrerà ancora una volta sul nord Africa e mari adiacenti. Per tali motivi, si rinnoveranno condizioni instabili e nuovamente perturbate su diverse aree, segnatamente sui tratti di mare tra le due Isole maggiori ed a sud della Sicilia, mentre nuove piogge e temporali potrebbero farci visita entro Giovedi 19, scenario che merita ancora approfondimenti.

Prima di tale data ancora correnti miti ed umide, nubi irregolari e piogge ancora possibili soprattutto nei pressi dei paesi pedemontani Etnei ed irregolarmente sulla Sicilia ionica e mar Ionio.

Mar Tirreno poco mosso sotto costa, mosso o molto mosso lo Ionio.

A corredo le probabili piogge attese Giovedì sulla nostra Regione.

 

 

Pubblicato il 15/10/2018 16:08

Altri articoli che potrebbero interessarti