Sarà una settimana caratterizzata dal maestrale e da nubi irregolari.

Sarà una settimana caratterizzata dal maestrale e da nubi irregolari.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Seppur in assenza dell’anticiclone delle Azzorre, dalle nostre parti abbiamo beneficiato di un weekend dal clima pienamente estivo, anche a tratti afoso.

Questo scampolo di vera estate è stato regalato ad una blanda rimonta d’aria calda nord africana, smorzata domenica pomeriggio dalle correnti più fresche oceaniche.

Proprio le correnti atlantiche caratterizzeranno la prossima settimana con il maestrale che spirerà in modo costante tra il debole, moderato e localmente intenso, tale da rendere il Basso Tirreno mosso o molto mosso. La posizione anomala dell’alta pressione delle Azzorre nel mezzo d’Atlantico ed una cella anticiclonica posta a nord tra paesi Scandinavi e Russia, impone l’ingresso di correnti fresche oceaniche e da nord est tali da riattivare condizioni instabili ed una sfilata di ciclogenesi o falle bariche foriere di intensi temporali o tempo incerto.

Nello Stretto di Messina, sul nord Sicilia in genere e soprattutto in Calabria e verso la Costa Viola si potranno addensare insidiosi cumuli marittimo e congesti, forieri di rovesci serali soprattutto Lunedì sera e martedì, mentre sull’Appennino centro / meridionale vi saranno temporali anche tosti nelle ore pomeridiane.

Il Basso Tirreno si manterrà sempre mosso o molto mosso, solo mosso da metà settimana. Molto mosso il Canale di Sicilia, poco mosso lo Stretto di Messina sotto costa. Temperature di qualche grado sotto le medie stagionali.

Tuttavia, non mancherà certamente il sole, anzi potrebbe splendere in modo quasi ininterrotto su gran parte della Sicilia ed anche in riva allo Stretto di Messina da metà settimana, allorquando l’instabilità riguarderà più le regioni centrali peninsulari.

Le tendenze a lungo termine suggeriscono ancora condizioni atmosferiche molto vulnerabili e tendenti sempre alla spiccata dinamicità, seguiranno comunque aggiornamenti.

Pubblicato il 14/06/2020 23:28

Altri articoli che potrebbero interessarti