Sarà un weekend gradevole, asciutto e ventilato.

Sarà un weekend gradevole, asciutto e ventilato.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Nonostante dal cielo piovesse acqua mista a sabbia desertica, sempre per la gioia dei lavaggisti e lavavetri, non è subentrata alcuna sciroccata nello Stretto di Messina.

I venti meridionali hanno fatto solo una brevissima apparizione di debole intensità, poi subito sostituiti da una ventilazione settentrionale, merito della componente di levante e grecale schermata dal massiccio Aspromontano.

Un sospiro di sollievo per le famiglie proprietarie delle Feluche, le preziose imbarcazioni ubicate tra i frangiflutti di Ganzirri  e Torre Faro, esposte alle intemperie quindi estremamente vulnerabili. A corredo ” il momento del varo “, foto di Giacomo Mancuso.

Il weekend sarà contraddistinto sostanzialmente da tempo accettabile, discretamente soleggiato senza elementi meteorologici degni di nota da segnalare.

Saranno possibili i soliti annuvolamenti al mattino ed al tramonto, localmente nelle zone interne e montuose, mentre corpi nuvolosi di matrice nord africana dovrebbero transitare a sud della Sicilia. Non sono previste pertanto precipitazioni degne di nota.

Ventilazione debole, a tratti moderata da nord nello Stretto di Messina, moderata o tesa in pieno Ionio da Grecale.

Mar Tirreno poco mosso, mosso o molto mosso lo Ionio al largo con risacca lungo i litorali. Temperature in lieve rialzo nelle massime, soprattutto domenica.

Le tendenze meteo per la prossima settimana ipotizzano ancora un trend meteorologico molto simile a quello in corso, con l’alta pressione ancora una volta protagonista nei pressi delle Isole Britanniche mentre una cella in ulteriore rinforzo proteggerà la Russia Europea, paesi Scandinavi, favorendo sul suo bordo orientale la discesa di gocce fredde destabilizzanti sia in svariate regioni del vecchio Continente che in sede Mediterranea.

E’ agevole ipotizzare che anche il nostro Paese sarà sede di continui focolai temporaleschi soprattutto pomeridiani su Alpi ed Appennini, variabile lungo le coste, in un contesto climatico volubile certamente non di chiaro stampo estivo.

Pubblicato il 18/05/2018 23:04

Altri articoli che potrebbero interessarti