Sarà un tipico weekend stabile d’aprile. Sole, brezze fresche e locali addensamenti.

Sarà un tipico weekend stabile d’aprile. Sole, brezze fresche e locali addensamenti.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La bella stagione inizia ad imporsi non solo sul bacino del Mediterraneo ma soprattutto nel cuore del continente Europeo. Un vasto anticiclone termico coinvolge gran parte dell’Europa centrale dove, proprio oggi, si sono registrati i primi valori di + 30°C. Nulla di eccezionale nonostante  per qualche località forse tali valori siano un tantino prematuri, ma l’insolazione inizia ad aumentare in modo sensibile e le caratteristiche del clima continentale fanno il resto. Anche le precipitazioni sono diminuite nettamente con l’avvento del mese d’aprile, in Sicilia i rubinetti si sono chiusi da tempo, l’erba spontanea e la prateria siciliana inizia ad ingiallire, i piromani non aspettano altro che la prima giornata ventilata per iniziare le danze.Splendide giornate anche nel Mediterraneo ed in Italia, la protezione dell’alta pressione è una garanzia in termini di stabilità e temperature assai gradevoli. Tuttavia, sappiamo bene che l’alta pressione non è sempre indice di tempo soleggiato, proprio in questo periodo dobbiamo fare i conti con la formazione di nebbie soprattutto in mare aperto. Aria sempre più calda che scorre sulla superficie marina ancora alquanto fredda più innescare insidiosi banchi di nebbia sia in mare aperto che in prossimità delle coste, nebbie che poi si tramutano in ” maccaja”, così i liguri denominavano uno strato nuvoloso a bassissima quota generato da venti caldi e molto umidi sciroccali sul mar Ligure. Tale fenomeno è tipico in questo periodo lungo le nostre coste, soprattutto quando spirano brezze deboli, in un contesto anticiclonico quindi stabile ma capace di condizionare negativamente quelle località che si trovano coinvolte. Proprio stamane, tra Capo Peloro e la Calabria Tirrenica stazionava un banco nuvoloso a bassa quota tale da occultare il sole per gran parte del mattino. Tali nebbie o banchi nuvolosi tendono a dissolversi nelle ore centrali del giorno. Proprio tra aprile e maggio può generarsi nello Stretto di Messina “la lupa”, la famosa nebbia d’avvezione che si forma non appena scorre dello scirocco caldo sullo Ionio, magari in concomitanza della corrente montante.

 

Il tempo nel weekend

L’alta pressione garantirà stabilità lungo le coste, ma al primo mattino saranno possibili banchi nebbiosi o localmente nuvolosi tra basso Tirreno, quindi Isole Eolie, messinese e Calabria tirrenica ma anche nello Ionio.

Nelle ore centrali del giorno tanto sole ovunque ma nelle zone interne di Sicilia e Calabria potranno generarsi dei temporali di calore con possibili fenomeni ipotizzati dal modello Moloch a corredo dell’articolo. Anche oggi nelle aree interne del catanese e sull’ennese si sono formati dei temporali pomeridiani, il giorno precedente nel comparto interno siculo, settore ovest.

Nello Stretto di Messina sarà presente il tipico vento termico del bel tempo, il così detto ” vento cavaliere “ o ” ventu canali “, una brezza che diviene particolarmente tesa e sostenuta ad iniziare dalla zona Porto, quindi zona Falcata per poi divenire ancor più sostenuta procedendo verso Tremestieri. Non a caso lo Stretto di Messina risulta un paradiso del surfisti anche in giornate caratterizzate dall’alta pressione, mentre basta girare Capo Peloro e dirigersi verso il Tirreno per sfuggire dalla zona ventosa.

Temperature comprese tra 14°C di minima e 20/21°C di massima, mari da poco mossi a mosso, specie lo Ionio.

Sarà un weekend ideale per passeggiate all’aperto, tintarelle in spiaggia per coloro che amano l’abbronzatura precoce, escursioni in campagna ed attività sportive. Per qualcuno quasi non sembra vero visto che ogni weekend appare sempre un elemento atmosferico penalizzante. ( a corredo foto di Katia Arena e Peppe Minutoli, sopra un tramonto strepitoso immortalato da Scilla da Pasquale Arbitrio.

Tendenze per la prossima settimana

L’alta pressione continuerà a mantenere condizioni stabili e gradevoli.

Non sono presenti elementi degni di nota da segnalare nè perturbazioni in grado di indebolire la figura anticiclonica se non locali spifferi freschi nello Ionio ma trascurabili.

La ventilazione si manterrà debole a regime di brezza lungo le nostre coste tranne locali venti orografici, come presenti nello Stretto di Messina.

Per tali motivi, postiamo la mappa riferita a Mercoledì 25 aprile, estremamente confortante per godere di una giornata soleggiata, gradevole e ventilata quanto basta.

Foto di copertina di Antonio Aloisi.

 

Pubblicato il 20/04/2018 23:48

Altri articoli che potrebbero interessarti