Sarà un capodanno freddo ma asciutto e senza il tormento della tramontana.

Sarà un capodanno freddo ma asciutto e senza il tormento della tramontana.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il freddo proveniente dai Balcani sta facendo battere i denti ai siciliani e sta regalando scenari mozzafiato soprattutto laddove la neve ha fatto la sua comparsa.

La neve ed il gelo sono elementi pericolosi per la circolazione stradale ma quando essa tinge di bianco la nostra Isola, le fotografie fanno sempre il giro del Mondo in quanto elemento che enfatizza il nostro splendido territorio, poi il contrasto ed il binomio tra il mare ed i monti e l’atmosfera dei sobborghi innevati con lo sfondo delle Isole Eolie è tutto dire!

A corredo la splendida Montalbano Elicona innevata, il suo castello ed il borgo con lo sfondo dell’arcipelago Eoliano. Foto di Filippo Taranto e Nino Maiorana.

Mentre in alcune località la neve non si vedeva da tantissimi anni, come a Castelvetrano ed Augusta, quest’ultima sotto autentiche bufere di neve serali sotto lampi e tuoni, lo Stretto di Messina è stato scansato dalla nuvolosità e quindi dall’instabilità atmosferica, merito le correnti di tramontana e grecale non favorevoli, ma il gran vento e le temperature rigide hanno condizionato indubbiamente questo ultimo scorcio dell’anno. D’altronde siamo in pieno inverno ed è giusto che faccia freddo, la natura ha bisogno di questo per rigenerarsi mentre gli operatori sciistici etnei esultano per la probabile apertura della stagione sciistica, sicuramente a Piano Provenzana, meno a Gambarie d’Aspromonte interessato solo da bassi accumuli.

Detto questo, il flusso balcanico è in fase di esaurimento mentre il cicciolo freddo sta per isolarsi nel basso Ionio, in rotta addirittura sulla Libia.

A seguire si assisterà ad un aumento della pressione atmosferica e l’arrivo di isoterme più miti in quota ad iniziare dalle regioni centro/settentrionali, quindi un rialzo delle temperature e la cessazione della tramontane e dei fenomeni in genere.

Il Capodanno sarà pertanto caratterizzato da clima ancora rigido in Sicilia ed al Sud in genere con probabili gelate notturne nelle aree innevate e distali dal mare ma senza più l’ossessione della tramontana asfissiante e con cieli del tutto sereno o localmente poco nuvolosi. Nessuna minaccia di pioggia dunque o neve, temperature a parte sarà un capodanno salvo da trascorrere anche in piazza.

Il primo giorno del nuovo anno ricalcherà le medesime condizioni atmosferiche, con correnti deboli o localmente tese di maestrale, un graduale rialzo dei valori termici soprattutto nelle massime e tempo asciutto ovunque.

Dando uno sguardo alle emissioni modellistiche sembra che a ridosso dell’epifania possa giungere una seconda irruzione d’aria artica stavolta dai Paesi Scandinavi direttamente nel cuore del Mediterraneo, anche se ancora manca davvero tanto per comprenderne modalità d’ingresso, portata e risvolti. Per tali motivi, vi invitiamo a consultare i prossimi aggiornamenti meteo.

A tutti Voi che ci leggete, auguriamo un 2020 meraviglioso!

 

 

Pubblicato il 31/12/2019 00:56

Altri articoli che potrebbero interessarti