Sabato il momento dello scirocco. A seguire nubi, nuove piogge ma anche pause asciutte.

Sabato il momento dello scirocco. A seguire nubi, nuove piogge ma anche pause asciutte.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Novembre sta facendo il suo normale decorso, fortunatamente senza più grandi sussulti al Sud ed in Sicilia dopo le piogge torrenziali che hanno caratterizzato questa stagione autunnale.

Adesso tutti i principali siti di meteorologia e testate giornalistiche sono orientati decisamente verso la stagione invernale. Chi ha un approccio scientifico all’argomento non si sbilancia mai, chi invece ritiene l’informazione scientifica come un prodotto giornalistico, ecco gli articoli sensazionalistici dove viene sponsorizzata sempre la prima bordata artica verso l’Italia con neve a corredo alla prima occasione ( ovviamente falso ).

Detto questo, una nuova perturbazione atlantica sta interessando in queste ore la Liguria e l’alta Toscana con piogge abbondanti anche temporalesche, altrove tante nubi e si attendono nuove piogge, dalla Sardegna a tutto il versante tirrenico del nostro Paese.

In Sicilia e nello Stretto di Messina avremo di un weekend ” rovinato a metà “. 

Sabato 24 sarà il momento dello scirocco, in sensibile aumento nel corso della giornata con apice in serata. Attese raffiche prossime ai 50-60 km/h nel settore nord dello Stretto di Messina e lungo la Sicilia tirrenica, mentre lo Stretto di Messina risulterà molto mosso soprattutto in coincidenza delle forti correnti che in questa fase lunare di luna piena sono particolarmente intense. Da mosso a molto mosso lo Ionio in serata. Aumento sensibile della nuvolosità cirriforme ma il peggioramento si concretizzerà entro la sera/notte con piogge lungo la fascia ionica, mentre altri nuclei piovosi giungeranno in Sicilia in nottata, più abbondanti ed uniformi.

Domenica 25 la giornata esordirà con piogge e rovesci poco prima dell’alba in rotta verso lo Ionio. E’ altamente probabile che nel mattino vi siano ampie schiarite o comunque vaste aree asciutte, in un contesto di spiccata variabilità.

Nel pomeriggio incremento della nuvolosità dal Tirreno con piogge che potrebbero bagnare il messinese tirrenico, l’arcipelago eoliano e la Calabria. Altrove alternanza di nubi e schiarite con brevi piovaschi. Ventilazione che si disporrà da ponente. Mar Tirreno mosso-molto mosso al largo, risacca sostenuta nello Ionio ma moto ondoso in calo.

Foto di copertina di Antonio Aloisi.


L’ultima settimana di novembre sarà contraddistinta dalla prima vera perturbazione di chiaro stampo invernale.

Martedì 27 sul Tirreno si approfondirà un vortice depressionario destinato a traslare verso lo Ionio entro mercoledì. Nel contempo attirerà aria fredda di matrice artico continentale dai Balcani, sotto forma di forti correnti di Bora, Grecale, tramontana e maestrale, venti ciclonici che renderanno i bacini molto mossi / agitati, mareggiate, piogge, temporali, locali grandinate e la prima neve su tutto l’Appennino centro meridionale a quote medie, compresi i rilievi siculi e l’Etna.

A corredo le mappe GFS riferite a Martedì e Mercoledì. Seguiranno aggiornamenti!

Pubblicato il 23/11/2018 21:22

Altri articoli che potrebbero interessarti