Potenziale severa fase temporalesca. Prevenire ogni azione comportamentale errata!

Potenziale severa fase temporalesca. Prevenire ogni azione comportamentale errata!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Difficilmente viene emessa con fermezza un’allerta meteo codice rosso dalla SORIS che comprende così tanti settori della nostra Sicilia. A dire il vero ce lo aspettavamo da diverse ore viste tutte le stime pluviometriche dei principali modelli di simulazione, una media delle precipitazioni ed un accumulo stimato nelle 24h a dir poco allarmante., addirittura ben oltre i 100mm giornalieri!

Sebbene i modelli matematici si fondino su parametri e dati ben delineati, si tratta sempre di uno scenario probabilistico, tutte le previsioni meteo hanno carattere probabilistico, nella meteorologia non vi è mai alcuna certezza. Tuttavia, riguardo questa fase imminente di tempo perturbato una certezza dal punti di vista previsionale c’è, si tratterà di un guasto localmente severo a sfogo temporalesco e dalla lentissima evoluzione.

Il vortice ciclonico in azione da diversi giorni nei pressi delle Baleari, causa delle alluvioni nella Francia meridionale ed al Nord Ovest del nostro Paese, sta per raggiungere la Tunisia e quindi tutto il sistema temporalesco che lo precede taglierà la Sicilia da ovest ad est.

La sua evoluzione verso levante viene resa assai difficile dal blocco anticiclonico sui Balcani, ciò sarà determinante per far rallentare la linea di convergenza tra le umide correnti sciroccali, il tepore offerto dal nostro mare ben oltre le medie del periodo e l’aria più fresca alle spalle del fronte freddo. Tutto ciò sarà un mix micidiale per la genesi del temibile ” V-Shaped “, il temporale auto rigenerante dalla tipica forma aguzza dove all’apice di questa struttura si rinnovano temporali violenti, nubifragi e grandinate.

Attualmente, a farne le spese è la Sicilia occidentale ed il Trapanese con un evento davvero tosto a Castelvetrano, già in serata le immagini che giungevano da queste zone erano alquanto preoccupanti. Entro la mattina di Venerdì tale sistema lo ritroveremo sulla Sicilia orientale, qui giocherà un ruolo fondamentale l’orografia dei luoghi che potrebbe inasprire i sistemi temporaleschi.

Il momento potenzialmente clou per assistere a fenomeni intensi sarà tra le 6,00 del mattino e le ore 12,00, salvo locali ritardi del fronte temporalesco. Premesso che le scuole sono state chiuse da tutti i sindaci che ricadevano nell’area rossa (quindi senza alcun spirito di protagonismo o sarcasmo sui social ), si invita la popolazione ad evitare di mettersi in viaggio se non per motivi necessari, evitare di sostare nei pressi di torrenti, canali, foci, costoni rocciosi od instabili, pareti rocciose, tralicci, alberi e strutture pericolanti. Evitare di parcheggiare l’auto nei pressi dei torrenti, evitare ogni procedura comportamentale non attinente, programmare la nostra giornata in funzione delle condizioni meteo avverse. Prestare massima attenzione anche in caso di scariche elettriche.

I temporali dovrebbero puntare la Calabria in serata e lasciare gradualmente il nostro territorio, ma ogni previsione da adesso lascia il tempo che trova perchè è iniziato a tutti gli effetti il now casting, ossia la presa diretta della situazione grazie alla visione h24 del satellite, radar, stazioni meteo e segnalazioni dei cittadini.

 

Pubblicato il 24/10/2019 23:11

Altri articoli che potrebbero interessarti