Ottobre ha le idee chiare. In arrivo piogge, temporali e venti sciroccali.

Ottobre ha le idee chiare. In arrivo piogge, temporali e venti sciroccali.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

L’autunno inizia a dare i suoi frutti e scalda i motori nel Mediterraneo con le prime ciclogenesi esplosive tanto temute dopo la stagione calda.

La depressione a carattere tropicale denominata ” Zorbas ” di fatto sta lentamente uscendo di scena dai monitor senza però aver arrecato danni ingenti nel Peloponneso e purtroppo anche lungo le coste della Sicilia orientale per via di onde lunghe e particolarmente elevate, frutto dei venti ciclonici che si sono scatenati in pieno mar Ionio, seppur a debita distanza dalla nostra Regione. Tanta paura anche per il borgo di Galati Marina dov’è bastata una risacca accentuata per far scomparire quel lembo di spiaggia esistente. Prima o poi doveva accadere la prima mareggiata autunnale, non a caso l’estate è terminata da tempo ma evidentemente la politica e la burocrazia ha tempi che vanno in conflitto con quelli naturali. A corredo gli interventi tampone a Galati Marina, foto di Angelo Pellegrino.

Detto questo, ottobre esordirà nel Mediterraneo con le idee molto chiare e proporrà la prima perturbazione intensa della stagione.

Aria fredda in discesa dal nord Europa, sfociando dalla valle del Rodano, genererà una depressione sul mar Ligure entro Lunedì 1 ottobre, la quale percorrerà tutti i mari ad ovest della nostra Penisola per poi collocarsi tra Algeria e Tunisia.

E’ chiaro che la sua azione penalizzerà gradualmente tante Regioni del nostro Paese, in primis le coste tirreniche, la Sardegna, ma poi sarà anche il momento dei versanti ionici non appena si instaureranno umidi venti sciroccali.

Per la nostra Sicilia dunque è tempo di piogge preziose, anche abbondanti ed a carattere temporalesco, in linea con quelle che sono le caratteristiche del periodo. Non a caso nel primo ottobre del 2009 si scatenò quel terribile temporale responsabile di morte e distruzione a Giampilieri, l’autunno mediterraneo appare sempre un periodo delicato soprattutto adesso che i mari registrano sempre anomalie termiche oltre le medie.

Da martedì 2 dal Canale di Sicilia si farà strada un fronte nuvoloso foriero di piogge e temporali che attraverserà la Sicilia da ovest verso est, mentre altri nuclei precipitativi risaliranno lo Ionio per poi puntare la Sicilia orientale e la Calabria. La circolazione depressionaria che si instaurerà tra il nord Africa ed i Canali delle due Isole Maggiori appare insidiosa e foriera di ulteriori episodi temporaleschi anche intensi da monitorare, in seno ad una circolazione nei bassi strati mite e molto umida sciroccale.

Sarà tempo di pre allerte, codici gialli, arancioni e si spera mai rossi, sarà tempo di chiusure ingiustificate e non, insomma entreremo nella classica routine autunnale siciliana ampiamente sperimentata negli ultimi anni, dove tra un comune e l’altro i provvedimenti non sono mai in linea con i disciplinari di protezione civile regionale, in un contesto di totale diffidenza dei cittadini nei confronti dei codici di allertamento che giungono dalla Regione. In tutto questo si scateneranno le testate giornaliste che vivono di accessi, sarà davvero dura riuscire a filtrare le vere notizie scientifiche da quelle sensazionalistiche.

A corredo le mappe riferite alla depressione afro mediterranea e le piogge a corredo.

 

Pubblicato il 30/09/2018 00:28

Altri articoli che potrebbero interessarti