Nuove piogge per la Sicilia, anche il primo fresco stagionale!

Nuove piogge per la Sicilia, anche il primo fresco stagionale!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ottobre difficilmente trascorre senza mettersi in evidenza per fasi di maltempo, seppur in modo localizzato ma localmente estremo. La Sicilia esce da un’altra fase alluvionale, stavolta a farne le spese il gelese, siracusano e catanese, non è da tutti i giorni osservare il Simeto straripare ed inondare campi, strade ed interi quartieri. A causare così tanto maltempo ma soprattutto lacune previsionali anche presso il servizio meteo d’allertamento siciliano le insidiose depressioni afro mediterranee, così tanto difficili da prevedere se non con un apposito servizio di monitoraggio e consultazione di tutti i sistemi di simulazione numerica ed una grande dose d’esperienza.

Detto questo, è tornato a splendere il sole in Sicilia, seppur con un pallido sole e con temperature gradevoli ma nelle medie del periodo. E’ tuttavia una fase interlocutoria in quanto le condizioni meteo sono destinate a cambiare radicalmente, stavolta non più una perturbazione afro mediterranea bensì un impulso d’aria fredda in ingresso dai Balcani.

Già le prime avvisaglie nel corso della giornata domenica, soprattutto nelle ore pomeridiane sulla Sicilia ionica e localmente nel basso Tirreno con qualche focolaio temporalesco, ma entro sera il peggioramento sarà ampio e vistoso sull’Adriatico e gradualmente su tutte le Regioni del centro/sud.

Lunedì 22 sarà il momento della ciclogenesi al Sud, il nucleo freddo in quota si collocherà sul medio/basso Tirreno in rotta verso lo Ionio, si strutturerà un vistoso vortice depressionario foriero di piogge, rovesci, temporali e venti ciclonici intensi. Diversi episodi temporaleschi o piovosi in Sicilia e Calabria. Piogge abbondanti anche nella città dello Stretto di Messina, calo termico e la prima neve sui Nebrodi ed Etna oltre i 1800m di quota.

Entro Martedì 23 sera la depressione si sarà collocata in pieno Ionio, motivo per cui la ventilazione si disporrà tra N/NE e le precipitazioni si concentreranno tra Palermo e Messina, mentre sia ilbasso Tirreno e poi lo Ionio diverranno molto mossi/agitati con mareggiate moderate lungo il versante tirrenico.

Mercoledì 24 allontanamento verso l’Egeo della depressione ed aumento termico anche importante in quota, merito l’ingresso di aria più mite sospinta dall’alta pressione delle Azzorre verso il Tirreno. Venti moderati di maestrale ma aria più mite, mar Tirreno ancora molto mosso.

In arrivo la prima sciabolata artica?

Probabile su gran parte d’Europa dove si attiveranno i tanto attesi scambi meridiani, quindi la discesa di grandi masse d’aria dal circolo polare artico ma anche imponenti rimonte d’aria calda ed umida. Ecco il motivo di così tanti articoli giornalistici riguardo il primo freddo che riguarderà tante città europee.

Per tali motivi occhio alle sentenze affrettate, in base alle oscillazioni la Sicilia potrebbe trovarsi anche a fronteggiare una forte sciroccata entro fine mese se la saccatura artica dovesse piombare sulla Penisola Iberica, scenario ad oggi molto quotato rispetto la prima colata artica! Il freddo potrebbe essere sostituito anche dalle piogge torrenziali in risalita dal Tirreno verso Liguria, Piemonte, Arco Alpino e Toscana, roba da non sottovalutare per il periodo.

A corredo lo scenario di maltempo sciroccale atteso per fine mese!

Foto di copertina di Antonio Aloisi.

 

Pubblicato il 20/10/2018 20:44

Altri articoli che potrebbero interessarti