Nubi e piogge in marcia verso la Sicilia, poi bel tempo e temperature in aumento!

Nubi e piogge in marcia verso la Sicilia, poi bel tempo e temperature in aumento!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Quella appena trascorsa verrà ricordata come una tra le più brutte domeniche della nostra Repubblica, non tanto per il tempo atmosferico, bensì per l’angoscia e le paure dovute all’emergenza nazione da coronavirus. Dalle nostre parti poi, per completare l’opera, ad angosciare lo stato d’animo dei messinesi è stato il maltempo che ha imperversato per tutta la giornata, tra tuoni mattutini, scrosci intensi di pioggia, folate fredde di maestrale ed un clima surreale in città.

Tornando alla pioggia, finalmente litri preziosi giunti provvidenziali dopo ben due mesi di totale seccume. Le precipitazioni si sono susseguite nell’arco delle 24h senza picchi esagerati ma con una discreta intermittenza, ciò ha permesso l’acqua di essere assorbita e tamponare la siccità, almeno sui Peloritani.

Fenomeni sparsi e locali temporali si avvicenderanno ancora tra l’arcipelago eoliano, il messinese tirrenico e la Calabria ancora tra la notte e prime ore di Lunedì 9, ma a seguire ecco un nuovo impulso instabile dal nord atlantico che farà ingresso dalla Francia attraverso la Valle del Rodano, generando un nuovo vortice depressionario che avrà come obiettivo Sardegna e Sicilia.

Entro il pomeriggio/sera vi sarà un importante aumento della nuvolosità tra Sardegna, medio/basso Tirreno ( settore ovest ) e canale di Sicilia con piogge e locali temporali in rotta verso il trapanese e palermitano.

Nel corso della notte e martedì 10 la piccola depressione avrà puntato la Sicilia per poi collocarsi nei pressi di Malta e traslare ulteriormente verso Sud. Nella sua evoluzione, nuove precipitazioni bagneranno la nostra Isola, soprattutto il settore occidentale, poi quello meridionale ed orientale non appena subentrerà la ritornante ciclonica.

Lo Stretto di Messina ed il settore nord orientale dovrebbero rimanere ai margini del peggioramento, anche se non si escludono dei fenomeni fugaci e difformi.

La ventilazione seguirà l’evoluzione della depressione mediterranea, quindi momentanea cessazione e rotazione dai quadranti meridionali o libecciali lunedì sera, da levante a grecale martedì, di tramontana dalla sera con una nuova flessione termica per via dell’ingresso d’aria più fredda dai Balcani.

Il tempo migliorerà nettamente da mercoledì 11, anzi da ovest avanzerà una rimonta anticiclonica alimentata da aria piuttosto mite per il periodo che farà impennare le temperature oltre le medie stagionali per qualche giorno, una buona notizia visto che probabilmente le alte temperature dovrebbero arrestare l’avanzata del Covid-19. Il tepore primaverile dovrebbe accompagnarci almeno fino al prossimo weekend, anche se le tendenze a lungo termine intravedono nuovi capovolgimenti di fronte con probabili sfuriate fredde artiche e peggioramenti mediterranei, in linea con le caratteristiche di marzo.

Foto di copertina di Antonio Aloisi.

Pubblicato il 09/03/2020 01:49

Altri articoli che potrebbero interessarti