Novembre riporta le piogge atlantiche, dinamicità e mareggiate diffuse!

Novembre riporta le piogge atlantiche, dinamicità e mareggiate diffuse!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Ottobre verrà ricordato per le sue temperature mediamente ben oltre le medie del periodo, per la grande siccità in tante regioni del Sud Italia e non solo ma anche per gli eventi alluvionali che hanno coinvolto il ragusano, siracusano e trapanese. Anche se è prevalsa la stabilità atmosferica e la carenza cronica di fasi perturbate, l’autunno va avanti spedito per la sua strada e propone per l’inizio del mese un treno di perturbazioni atlantiche alquanto incisivo tale da riportare mareggiate tirreniche e le grandi piogge dalle Alpi agli Appennini, sin’ora latitanti.

Dopo un sabato variabile, a tratti piovoso tra Sardegna e regioni centrali, ecco che una nuova quanto intensa perturbazione atlantica farà ingresso Domenica dalla Francia che interagendo con l’arco Alpino, darà vita ad un minimo sotto vento orografico tale da rallentare la stessa perturbazione e causare un “infittimento” delle isobare, un crollo barico che innescherà una forte libecciata sul Tirreno e piogge copiose da ovest verso est, con apice in giornata lungo tutta la fascia appenninica sopravento del nostro Paese con accumuli pluviometrici ingenti. Non si escludono picchi anche superiori a 100/150mm, una manna dal cielo per diverse Regioni ma anche potenziali criticità da monitorare.

La Sicilia vedrà inizialmente un rinforzo graduale dei venti dapprima dai quadranti meridionali, poi di libeccio e nuvolosità irregolare con episodi piovosi nelle aree interne e montane, ma il vero peggioramento arriverà in nottata con un fronte nuvoloso spedito e ricco di piogge diffuse e locali rovesci o temporali tra Isole Eolie e la Calabria. 

Lo Stretto di Messina vedrà un teso vento di ostro, intenso entro il pomeriggio in attesa del peggioramento serale.

Mar Tirreno molto mosso al largo, sensibile moto ondoso anche lungo la fascia ionica.

Passata questa perturbazione, lunedì tornerà la variabilità e correnti moderate di ponente, ma un nuovo peggioramento si profilerà entro mercoledì per l’ingresso di una terza perturbazione atlantica ed un fronte perturbato anche temporalesco in avanzamento da ovest, preceduto da correnti umide sciroccali.

Insomma, ecco l’autunno in grande stile e lo smantellamento del baluardo anticiclonico che impediva l’ingresso delle onde atlantiche perturbate!

Pubblicato il 02/11/2019 18:06

Altri articoli che potrebbero interessarti