La pesca alla palamita nello Stretto di Messina

La pesca alla palamita nello Stretto di Messina

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

1384157_569783649724829_412165991_nLe giornate nei prossimi giorni in presenza di un anticiclone azzorriano con contributo africano permetterà le uscite in barca e tutti i tipi di pesca nelle acquee dello Stretto di Messina e anche nello Ionio e nel Tirreno, infatti tutti i mari e i venti saranno calmi o al più poco mossi con ventilazione sempre debole con rinforzi di scirocco durante le ore centrali del giorno.

E così anche un tipo di pesca allo spinning da riva e con la barca attraverso la traina potranno esser praticate facendo però attenzione ai picchi di rema che raggiungeranno la massima intensità oggi e nei successivi due giorni dove la luna tenderà la fase calante dopo la fase di piena attesa oggi.

Uno dei tipi di pesca nello Stretto e senza dubbio quello alla palamita che regala emozionanti combattimenti specie per la cattura da riva attraverso la pratica dello spinning leggero tramite esche artificiali di grammatura leggera, dello shore jigging con artificiali piombati di varie grammature o anche attraverso la pesca con l’innesco di un’esca viva, quale alaccia o opa.

Insomma, tanto divertimento e una buona dose di fortuna specialmente quando le reme portano nelle vicinanze delle coste questa specie ormai stanziale di pesce che è comunque più comune nella stagione fredda dove esso tende a discendere verso le coste per la riproduzione.

Godetevi il bel tempo che presumibilmente ci farà compagnia fin verso fine mese e come in allegato nella foto soprastante di due splendite catture realizzate da Antonino Oddamo e Giovanni Rotella, sperate che madre natura sia benefica anche con voi.

Pubblicato il 19/10/2013 19:08

Altri articoli che potrebbero interessarti