Imminente forte scirocco nello Stretto di Messina. Prudenza.

Imminente forte scirocco nello Stretto di Messina. Prudenza.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Come espresso nei precedenti bollettini, lo scirocco tornerà ad assillare l’area dello Stretto di Messina con raffiche tempestose. Una profonda depressione in risalita dal Nord Africa, dalla lenta mobilità ed alquanto insidiosa causerà un forte deterioramento delle condizioni atmosferiche dapprima sotto forma di forte un forte scirocco, poi venti sempre più a regime di burrasca soprattutto nel settore nord dello Stretto di Messina, seguito da probabili forti piogge. Un quadro tipico sciroccale da connotati pienamente invernali per il nostro territorio che necessita certamente prudenza per chi vive il mare dal punto di vista lavorativo e dilettantistico. Inutile dire che ogni attività di pesca sarà proibita, ad esclusione per qualche coraggioso temerario ma durante la fase clou lo sconsigliamo vivamente!

Lo scirocco assumerà caratteristiche tempestose nel corso del pomeriggio/sera di Lunedì allorquando le raffiche potranno lambire i 70-80 km/h tra Ganzirri e Capo Peloro e localmente qualche numero superiore nelle vallate Peloritane verso il Tirreno. Lo Stretto diverrà molto mosso con creste spumeggianti che interferiranno con le correnti, per fortuna non particolarmente sostenute con la fase lunare attuale. Chi dovrà prendere l’aliscafo o le navi traghetto avrà a che fare con un mare impegnativo soprattutto lunedì sera e martedì. Per tali motivi si consiglia vivamente di posizionare le proprie imbarcazioni a debita distanza dal mare, nonchè prestare massima prudenza nel compiere ogni operazione in mare. La mareggiata moderata probabilmente potrà creare qualche problema per l’approdo di Tremestieri, visto che il mare rimarrà molto mosso almeno per 3 giorni consecutivi. Onde, fango dalle fiumare e detriti potrebbero aggirare l’approdo e depositarsi, una pessima notizia sotto le feste natalizie per la città.

Ma oltre il vento di scirocco la preoccupazione proviene anche da monte per via delle probabili piogge intense ed a carattere di nubifragio che potrebbero riversarsi sui Peloritani, soprattutto nei crinali del settore centro meridionale laddove già abbiamo avuto grosse precipitazioni. Su Antillo e non solo potrebbero cadere accumuli a due cifre a conclusione dell’evento così come su altri bacini, motivo per cui dovremo monitorare tutte le fiumare che percorrono la costa ionica ma anche tirrenica del messinese. Non sono esclusi locali diluvi anche sulle colline cittadine e non ci stupiremmo se si ripetessero le solite emergenze messinesi già note da tempo. Il modello “Moloch” ipotizza proprio quanto detto, motivo per cui da lunedì notte sarà certamente il now casting ad entrare nel vivo. Saranno almeno 3 giorni turbolenti molto dinamici, motivo per cui vi consigliamo di rimanere connessi e seguire la nostra pagina facebook Strettometeo.

Pubblicato il 18/12/2016 16:14

Altri articoli che potrebbero interessarti