In assenza dell’alta pressione venti ciclonici.

In assenza dell’alta pressione venti ciclonici.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Lo Stretto di Messina è notoriamente un tratto di mare tra i più ventosi al Mondo dopo le bocche di Bonifacio ed altri ristretti angoli del Mediterraneo. Sappiamo benissimo che proprio nello Stretto di Messina il bel tempo equivale spesso a voler dire vento. L’abbiamo sperimentato qualche giorno fa con l’alta pressione delle Azzorre responsabile di svariati giorni di” vento canale” tra Messina e Reggio, il grecale incessante che ha reso impossibile la vita del pescatore da riva.

100_1491

Adesso che l’alta pressione delle Azzorre ha abbandonato il Mediterraneo i venti si orientano seguendo le ondulazioni bariche. Ecco il motivo per cui si è presentato impetuoso il ponente dopo settimane di latitanza rendendo il Tirreno molto mosso. Il vento di ponente lascerà posto al libeccio e poi nuovamente al ponente in attesa di venti sciroccali da metà settimana, alquanto instabili ed umidi, indice che nei mari italiani nasceranno diverse ciclogenesi.

In sostanza, lo scirocco potrebbe tornare a spirare con forza da metà settimana ed esso annuncerà piogge sparse e rovesci irregolari su alcune aree della provincia. Non si esclude altro scirocco per il weekend come indicato dalla mappa a corredo, stavolta più caldo ed umido proveniente dall’entroterra africano ma questo merita conferme. I pescatori da riva sono avvertiti, saranno giorni ideali per alcune tecniche, sfavorevoli per altri, tutto dunque da valutare e calcolare con massima intelligenza. Considerare eventuali mareggiate, scadute, acqua torbida o meno può risultare vincente.

Pubblicato il 24/03/2014 14:32

Altri articoli che potrebbero interessarti