Maltempo in arrivo dalla Tunisia martedì. A seguire correnti sciroccali ed aumento termico!

Maltempo in arrivo dalla Tunisia martedì. A seguire correnti sciroccali ed aumento termico!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Dopo un’estate lunga, siccitosa e pesante soprattutto per le interminabili serate caratterizzate da elevati tassi d’umidità, settembre sta facendo il suo dovere climaticamente parlando, riportando le piogge ma soprattutto un andamento termico nettamente più gradevole.

Dopo la sfilza di temporali tirrenici, è stato un weekend caratterizzato da una spiccata variabilità, dai venti di ponente e maestro e da temperature fresche.

Premesso che settembre è un mese che sa regalare anche netti periodi pienamente estivi, questa possibilità non sarà possibile almeno per questa prima parte di settimana allorquando si riproporranno nel Mediterraneo condizioni favorevoli per l’avvento di piogge intense, a tratti anche torrenziali ed alluvionali.

Già nelle prossime ore, il Mediterraneo occidentale sarà sede di una insidiosa ciclogenesi dovuta all’azione di due figure destabilizzanti, ossia la discesa di un nucleo fresco atlantico e la contro risposta instabile nord Africana. Insieme al tepore offerto dal Mediterraneo, si innescherà una vasta circolazione ciclonica foriera di estesi ammassi temporaleschi e l‘innesco di correnti caldo umide sciroccali, un mix micidiale in questo delicato periodo dell’anno.

Le condizioni sulla Sicilia peggioreranno sensibilmente nel corso di Martedì 10 per la risalita di minimo secondario dalla Tunisia, associato ad una sfuriata temporalesca che potrebbe approdare sulla Regione entro sera, mentre tra la notte e l’alba di mercoledì avrà raggiunto anche il resto dell’Isola per poi puntare la Calabria e lo Ionio.

In questo frangente sarà provvidenziale effettuare il now casting in quanto sarà alta la probabilità che si generino grossi MCS, i tipici cumulonembi a mesoscala con fulminazioni a fondo scala, fenomeni temporaleschi assolutamente da monitorare. I venti nel contempo si disporranno da scirocco, da monitorare scrupolosamente l’area ionica sicula dove i fenomeni potrebbero risultare anche intensi. Prestate massima attenzione in mare aperto, sia il Canale di Sicilia prima, poi il basso Tirreno e lo Ionio diverranno autentiche fucine temporalesche con groppi di vento in mare, tempeste di fulmini e piogge torrenziali.

A seguire le piogge intense si concentreranno tra la Sardegna, le Baleari ed il nord Africa dove non mancheranno certamente criticità, mentre da sud incalzerà aria nettamente più calda tale da apportare un netto aumento delle temperature su valori anche superiori a 30°C.

Sebbene l’area depressionaria sarà in azione non lontana dal nostro Paese, da giovedì al weekend il Sud Italia potrebbe usufruire di un periodo più asciutto e caldo per via dell’afflusso di masse d’aria subtropicale ed una componente prevalentemente sciroccale, ma per stilare una previsione più dettagliata che possa sintetizzare il tempo sino al prossimo weekend vi consigliamo di seguire i prossimi aggiornamenti.

Pubblicato il 08/09/2019 23:13

Altri articoli che potrebbero interessarti