Maestrale spumeggiante e nubi in arrivo, ma all’orizzonte potrebbe tornare il super caldo sahariano!

Maestrale spumeggiante e nubi in arrivo, ma all’orizzonte potrebbe tornare il super caldo sahariano!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Seppur una previsione meteo ha carattere puramente probabilistico, ha come finalità quella di avvisare i cittadini riguardo le condizioni atmosferiche e meteo marine, in funzione delle proprie attività, mete da raggiungere e programmi giornalieri e futuri.

Ebbene, la giornata domenicale era considerata potenzialmente allarmante per i diportisti della domenica, per coloro che che si spostano in barca per raggiungere località balneari, le Isole minori o semplicemente per una passeggiata in mare aperto od un tuffo. Oggi una giornata di relax e divertimento poteva trasformarsi in una giornata difficoltosa e potenzialmente pericolosa, così è stato per coloro che hanno affrontato le previsioni meteo marine con superficialità, culminato poi in un intervento off limits da parte di qualche volontario o della Guardia Costiera.

Quando una giornata esordisce con tempo splendido ma è destinato a mutare drasticamente nel corso del giorno, soprattutto quando vi è una densità di popolazione elevata in mare tra bagnanti, turisti e diportisti, le previsioni devono essere consultate meticolosamente al fine di prevenire spiacevoli inconvenienti onde evitare che una giornata di festa si trasformi in un incubo.

Oggi il vento di ponente ha fatto il suo ingresso in modo perentorio lunga la costa tirrenica sicula, a tratti a carattere di burrasca nel pomeriggio causando il sollevamento di polveroni di sabbia misto a turbini d’acqua in mare, immondizia nelle spiagge di varia natura, unitamente ad ombrelloni scaraventati in aria come missili. Scene da panico da Mortelle a San Saba, in poco tempo le spiagge si sono letteralmente svuotate mentre i più coraggiosi non aspettavano altro che le onde spumeggianti per un tuffo tra i marosi.

A corredo una foto di Antonio Lantone da San Saba, bagnanti tra i marosi in cerca di divertimento!

La settimana esordirà con un maestrale spumeggiante nel Tirreno ed un moto ondoso importante per il periodo, capace di arrecare mareggiate di moderata intensità lungo i litorali esposti. Sconsigliato ogni uscita in barca o battuta di pesca dilettantistica.

Il maestrale sarà accompagnato al mattino anche da nubi cumuliformi irregolari ma capaci di arrecare piovaschi difformi tra l’arcipelago Eoliano, le coste messinesi, Peloritani e maggiormente verso la costa Calabra. Nel corso della sera la nuvolosità tenderà a dissolversi mentre il maestrale lentamente calerà d’intensità. Ampie schiarite verso il versante ionico.

Temperature massime in flessione.

A corredo l’ipotesi del modello Moloch riguardo la possibilità di piogge sparse nel versante tirrenico.

Le condizioni atmosferiche miglioreranno nettamente già da martedì sia dal punto di vista eolico che atmosferico, con il ritorno del sole ovunque, andamento termico nelle medie del periodo ed un gran cielo terso e limpido. Solo residua risacca lungo le coste tirreniche, calmo lo Ionio.

L’estate tornerà più in forma che mai e saluterà non solo gli ultimi giorni del mese, ma potrebbe tornare alla carica già dal 2 agosto con una nuova fiammata di matrice sahariana con obiettivo Sardegna, Sicilia e Calabria con apice tra il 2 ed il 3 agosto.

Se cosi fosse, si potrebbero raggiungere nuovamente i +40°C all’ombra nelle località vocate per tali valori ( vedi il catanese, il siracusano, ennese ), mentre altrove i + 36/38°C sarebbero tranquillamente alla portata.

A corredo l’ipotesi del modello britannico ECMWF, in linea comunque anche con il resto del modellame serale.

Pubblicato il 28/07/2019 21:34

Altri articoli che potrebbero interessarti