Maestrale in rinforzo, nubi ed anche piogge verso lo Stretto di Messina!

Maestrale in rinforzo, nubi ed anche piogge verso lo Stretto di Messina!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La sequenza di impulsi atlantici che viaggiano a nord delle Alpi con obiettivo Balcani e Medio Oriente coinvolgono seppur marginalmente parte del nostro Paese, in particolare il settore appenninico, adriatico ma soprattutto del basso versante Tirrenico, settore est. Proprio tra Sicilia e Calabria staziona una coltre nuvolosa composta da nubi marittime che si addensa in prossimità della Calabria ed messinese tirrenico, distribuendo dei piovaschi di debole intensità e ” pioggia londinese ” intermittente, mentre altrove transitano innocue nubi alte e stratiformi.

Questo trend continuerà anche nelle prossime ore, anzi si assisterà ad un rinforzo netto della ventilazione da maestrale ed una recrudescenza della nuvolosità sul nord Sicilia, con piogge che dovrebbero essere più dirette e localmente più diffuse tra Nebrodi e Peloritani, quest’ultimi maggiormente coinvolti dal tiro umido atlantico. Come avviene in questi casi, l’aria umida ed instabile proveniente dal Tirreno addensa una gran mole di vapore in prossimità dei rilievi capaci di enfatizzare i moti convettivi e scaricare a monte e lungo i crinali pedemontani piogge e rovesci intermittenti, in un contesto di assoluta inaffidabilità atmosferica. Per tali motivi, nel corso della giornata di Martedì 4 si registreranno precipitazioni intermittenti anche sulla città dello Stretto, con accumuli più abbondanti a monte e lungo le vallate peloritane pedemontane ioniche, variabilità altrove con precipitazioni sempre più rade a sud di Roccalumera.

Da segnalare il mar Tirreno molto mosso, mentre lo Ionio diverrà poco mosso ma solo sotto costa. Temperatura in lieve flessione specie nelle massime.

Seppur persisterà una ventilazione in principio tesa di maestrale Mercoledì 5, le condizioni atmosferiche sono attese in miglioramento momentaneo.

 

Pubblicato il 03/12/2018 23:05

Altri articoli che potrebbero interessarti