Maestrale ed addensamenti irregolari tirrenici. Torna il caldo da giovedì prossimo?

Maestrale ed addensamenti irregolari tirrenici. Torna il caldo da giovedì prossimo?

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Come previsto, il maestrale delle ultime ore ha reso il basso Tirreno molto mosso con una vivace risacca lungo i litorali esposti, scacciato la cappa sahariana ma in compenso ha riproposto gli estesi addensamenti cumuliformi nei dintorni Stretto di Messina senza comunque precipitazioni.

Una volta lo scirocco ed il pulviscolo od il maestrale e la frescura, è un’estate che non riesce a garantire nel tempo una certa stabilità sia dal punto di vista atmosferico che eolico.

Proprio l’alternanza dello scirocco e dei venti oceanica identifica proprio l’assenza dell’alta pressione delle Azzorre, spesso sostituita da promontori anticiclonici modesti e poco duraturi.

Detto questo, il maestrale continuerà a spirare in questo weekend così come si ripresenteranno i soliti cumuli dal Tirreno. Non possiamo escludere neanche isolati e localizzati piovaschi tra la sera e l’alba di Domenica nel settore compreso tra Scilla, Bagnara e la riviera nord della città. In questi frangenti capita spesso di assistere ad acquazzoni improvvisi ma di breve durata tra Mortelle ed il settore nord dello Stretto, un incubo per i gestori dei locali della riviera. Temperature stazionarie e gradevoli, mar Tirreno mosso/molto mosso, poco mosso lo Ionio.

 

La ventilazione di maestrale continuerà a spirare tra il debole ed il moderato per la giornata di Lunedì 9 e parte della mattina di martedì 10 ma a seguire la pressione atmosferica tornerà ad aumentare ed assieme ad essa anche la temperature in quota.

Da metà settimana si profilerebbe una nuova rimonta d’aria sahariana legata ad un secondo promontorio nord africano. Ciò garantirebbe per diversi giorni un clima stabile, caldo e localmente afoso, probabilmente fino al 16/17 luglio prima di una nuova sventagliata di maestrale ( da confermare ).

Meglio di niente, l’unico modo per tenere a debole distanza le infiltrazioni fresche ed instabili dal nord Europa!

Foto di copertina di Antonio Aloisi.

 

 

Pubblicato il 07/07/2018 12:24

Altri articoli che potrebbero interessarti