Inizio di settimana perturba sui settori ionici di Sicilia e Calabria. Neve copiosa sull’Etna!

Inizio di settimana perturba sui settori ionici di Sicilia e Calabria. Neve copiosa sull’Etna!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cessato lo scirocco in riva allo Stretto di Messina, è rimasta la mitezza e grazie alle vaste schiarite, abbiamo apprezzato una splendida giornata dai connotati primaverili. Una valida occasione per praticare diverse attività all’aperto, escursioni in ciaspola sulle nevi etnee, sciate e tanto divertimento sulle piste di Gambarie D’Aspromonte o semplici momenti di relax in riva al mare. La risacca spumeggiante sciroccale, il sapore dello iodio ed un cielo terso ci hanno fatto sentire più vicini alla bella stagione, anche se l’inverno ancora potrebbe ancora tanto da dire.

A corredo alcuni scatti realizzati nella nostra litoranea, foto di Enrico Di Giacomo. Foto di copertina di Alessandro Micalizzi.

Detto questo, le schiarite purtroppo verranno sostituite da nuovi ammassi nuvolosi legati ad un peggioramento atmosferico insidioso per i settori ionici di Sicilia e Calabria.

La saccatura ex atlantica colma d’aria fredda sta per isolarsi nei pressi della Tunisia e nelle prossime ore si presenterà nelle vesti di un “cut -off”, quindi una circolazione depressionaria non più legata al flusso perturbato atlantico che attingerà umidità e tepore dal mare nostrum. La sua collocazione richiamerà umide correnti sciroccali dalla Cirenaica e dal mar Libico che piegheranno poi in modo ciclonico da est -nord Est al largo della Calabria Ionica. Ciò sarà determinante per apportare una gran mole d’umidità che non farà altro che enfatizzare le precipitazioni a ridosso dei principali rilievi sopravento esposti, ecco il motivo per cui tra Aspromonte, Peloritani meridionali ed Etna ci attendiamo accumuli pluviometrici anche localmente abbondanti. Come accade in questi casi, lo Stretto di Messina non sarà l’area particolarmente esposta a ricevere grandi piogge, merito della protezione offerta dal massiccio Aspromontano, ma anche sul nostro territorio comunale si avvicenderanno piogge e magari qualche temporale che riuscirà ad introdursi dal settore meridionale dello Stretto.

Piogge, rovesci e temporali saranno i fenomeni atmosferici che caratterizzeranno le giornate di Lunedì e Martedì, particolarmente esposto sarà il catanese ed i paesi etnei, mentre oltre i 1300/1400m di quota sull’Etna potrebbe cadere tanta neve, una manna dal cielo per le piste di Piano Provenzana. Tanto maltempo anche per il siracusano, ma attenzione anche alle condizioni meteo marine perchè la depressione ionica piloterà dal mare aperto onde che potrebbero lambire agevolmente anche altezze tra 3/4 metri d’altezza. In pieno mare si svilupperanno venti di grecale con intensità ragguardevole ( anche 80 km/h ), motivo per cui dal basso versante ionico messinese al siracusano, così come anche lungo la Calabria ionica, il mare potrebbe destare preoccupazione, soprattutto nei settori a rischio erosione.

Prestare massima attenzione ai corsi d’acqua in concomitanza delle fasi perturbate, soprattutto in quei bacini che attingono acque che provengono dai Peloritani meridionali o dall’Etna, laddove la pioggia si sommerà all’acqua di fusione delle nevi. Moderate la velocità in autostrada, soprattutto nei tratti della Messina – Catania dove somiglia più ad una strada mulattiera con tanti birilli.

A corredo alcune mappe rappresentative del peggioramento ionico delle prossime ore.

 

Pubblicato il 03/02/2019 23:19

Altri articoli che potrebbero interessarti