Inizia la primavera meteorologica nel segno delle correnti atlantiche. Piogge sabato mattina, poi variabilità!

Inizia la primavera meteorologica nel segno delle correnti atlantiche. Piogge sabato mattina, poi variabilità!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Con l’ultimo giorno del mese di febbraio termina ufficialmente l’inverno meteorologico ed inizia la primavera meteorologica. Un passaggio di stagione convenzionale non sempre netto in base al clima che si patisce nella propria area di riferimento, ma quest’anno tale transizione sembra chiara e lampante per gran parte del nostro Paese e d’Europa dove è in atto una sorta di primavera avanzata. E’ stato un inverno particolarmente vivace solo al Sud e per le regioni Adriatiche esposte alle frequenti invernate da nord est, prova ne ha l‘ottimo innevamento del nostro Appennino meridionale, Sicilia in primis! Risulta invece un inverno decisamente sotto tono per il Nord e la pianura Padana, ma anche l’Europa ha a che fare con diversi record di caldo e di siccità, un trend preoccupante che fotografa in pieno la risultante dei cambiamenti climatici.

A corredo alcuni scatti fantastici di Janos Nunnari.


Detto questo, il primo giorno di primavera meteorologica sarà caratterizzata da correnti miti oceaniche, anche umide che annunciano un aumento della nuvolosità marittima soprattutto per le coste tirreniche peninsulari e sul far della sera anche per la Calabria ed il messinese.

Si tratta del’avanguardia di un peggioramento rapido legato ad un’ondulazione atlantica che arrecherà piogge irregolari e rovesci fugaci nel corso della mattina di Sabato 2 marzo tra Palermo e Messina, seguiti da moderate correnti di maestrale. Le piogge residue cesseranno di interessare il messinese e la Calabria nel corso del pomeriggio di Sabato, in un contesto variabile ma non più instabile. Tempo variabile altrove. Mar Tirreno che torna nuovamente molto mosso, poco mosso lo Ionio.

Domenica 3 sarà una giornata asciutta, termicamente gradevole e localmente ventilata al mattino nel basso Tirreno per residuo maestrale, in attenuazione nel corso della sera ovunque.

Non sono attese precipitazioni nè altri elementi atmosferici particolari. Vaste aree soleggiate sul resto dell’Isola. Temperature massime in aumento di qualche punto.

Mar Tirreno mosso, calmo o poco mosso lo Ionio.

 

 

 

Pubblicato il 28/02/2019 22:06

Altri articoli che potrebbero interessarti