Giovedì scirocco teso, Venerdì e Sabato maestrale. Splendido Domenica!

Giovedì scirocco teso, Venerdì e Sabato maestrale. Splendido Domenica!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Con l’avvento del mese di giugno che sancisce non a caso l‘inizio dell’estate meteorologica, sembra che la bella stagione abbia consultato per l’occasione il calendario per regalare giornate moderatamente calde, stabili, ideali da trascorrere al mare.

Domenica scorsa i lidi che si sono fatti trovare pronti per l’occasione hanno registrato il tutto esaurito, sia lungo il versante tirrenico che ionico il mare è stato senza dubbio la meta principale tant’è che per certi tratti la città appariva vuota, nonostante i vari appuntamenti politici organizzati in vari punti. Sconforto e sconcerto in vari tratti costieri della nostra bella riviera, laddove non si sono verificati i miracoli pre elettorali.

Poi è stato il momento del respiro nord africano, lunedì i cieli si mostravano velati, atmosfera fosca ma temperature elevate nelle zone interne sia nelle minime che nelle massime, si percepiva anche afa moderata per via del tasso d’umidità elevata lungo le coste.

A corredo alcuni scatti realizzati nei pressi della Canotteria Talatta nelle ore centrali del giorno, un paradiso dinanzi la città di Messina spesso ignorata dai messinesi.

Analizzando la situazione attuale, si nota chiaramente come il Mediterraneo occidentale sia sede di continue aree depressionarie foriere di temporali intensi non solo in Spagna, Francia e nei settori di mare antistanti la Sardegna, ma le infiltrazioni umide oceaniche sono le principali cause dei furiosi temporali di calore che hanno riguardato gran parte del Nord, aree appenniniche ed anche il medio/alto versante Adriatico. Il Sud e la Sicilia continua a rimanere pesante a secco con siccità che si aggrava di giorno in giorno, eccezion fatta locali temporali di calore tra la Sila, Pollino, Lucania ed aree costiere della Puglia.

Detto questo, ci aspetta un Mercoledì 6 stabile, assolato, con velature in arrivo solo dalla sera e ventilazione a regime di brezza da nord lungo le coste tirreniche, da sud est nello Ionio. Grecale iniziale nello Stretto di Messina ma in calo verso sera.

Giovedì 7 sarà il momento dello scirocco, previsto in rinforzo dalla tarda mattina ed il primo pomeriggio per via della vicinanza alla Sicilia di una curvatura ciclonica dal nord Africa.

In questo frangente lo Ionio e lo Stretto di Messina si mostrerà mosso, localmente molto mosso, con probabile cessazione della caccia al pesce spada dello Stretto ad opera delle Feluche messinesi. Probabilmente qualcuna troverà riparo dentro il porto storico per via precauzionale. Raffiche intense proprio nel settore nord dello Stretto ed in prossimità delle coste tirreniche per venti di caduta. Il sole si alternerà a fasi nuvolose di matrice alta e stratiforme, anche possibili brevi piovaschi missi a sabbia desertica ma radi. Temperature in netto rialzo con punte diffuse di + 30°C, segnatamente nelle zone interne sicule e non esposte ai venti marini, come lungo il versante tirrenico da Villafranca a Falcone.

Venerdì 8 e Sabato 9 sarà il momento del ponente e poi del maestrale, anche variabilità iniziale nel basso tirreno, tra Mortelle, Palmi e Scilla.

Mar Tirreno rapidamente mosso con moto ondoso in netto aumento. Temperature massime in flessione e cieli che diverranno nuovamente tersi. Sole pieno lungo la Ionica.

Domenica 10, giorno delle elezioni amministrative a Messina e Catania, sarà contraddistinta da una gran giornata di sole e di caldo in aumento.

Gli elettori potranno optare per recarsi al mare dopo aver espletato il proprio dovere, meno per i candidati, scrutinatori, presidenti di seggio e di lista che dovranno rimanere rinchiusi nelle aule scolastiche per un duro lavoro ma con la finalità di ridare alla nostra città una nuova amministrazione, una nuova speranza, tra conferme e probabili sorprese. L’auguro che facciamo alla cittadinanza tutta è di andare a votare nonostante la voglia di mare, l’astensionismo non giova a nessuno, anzi è un danno per la nostra comunità.

A corredo la mappa GFS prevista per domenica 10, foto di copertina di Pino Falzea.

 

Pubblicato il 05/06/2018 15:57

Altri articoli che potrebbero interessarti