Finalmente una tregua del maltempo ma all’orizzonte spunta lo scirocco!

Finalmente una tregua del maltempo ma all’orizzonte spunta lo scirocco!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

L’inverno quest’anno sta rendendo la vita dura a tutti a suon di mareggiate, forte maltempo e neve in montagna. Nulla di eccezionale, è pieno inverno e sta facendo semplicemente il suo dovere, semmai la vera notizia sta negli elementi dell’inverno particolarmente vivaci e frequenti.

Dopo un lunedì pomeriggio tempestoso, tra rovesci e temporali anche grandinigeni, ecco la tramontana che ha contribuito ad un nuovo calo delle temperature ma nello stesso momento aria più secca e tersa. Tuttavia, le correnti nordiche sono attese in netta attenuazione grazie alla rimonta timida della pressione atmosferica che consentirà un mercoledì all’insegna della stabilità e di un clima generalmente più gradevole. Risacca vivace nel Tirreno che si presenterà in scaduta, poco mosso lo Ionio. Temperature fredde al mattino, in ripresa nelle massime. Ventilazione inizialmente debole variabile, tendente a divenire da scirocco in giornata con intensità debole, salvo locali rinforzi a Capo Peloro.

Nel contempo dal vicino Atlantico giungerà aria più temperata ed umida che causerà sul Tirreno estesi addensamenti nuvolosi forieri di piogge, mentre sui mari la ventilazione ruoterà dai quadranti meridionali ( ostro o scirocco ), indice della circolazione umida legata al transito di modeste perturbazioni da occidente. Per tali motivi, Giovedì 17 anche nello Stretto di Messina si registrerà un momentaneo rinforzo del vento dai quadranti meridionali, indice di aria più umida e corpi nuvolosi irregolari. Lo Ionio diverrà mosso, poco mosso il Tirreno sotto costa.

Le tendenze per il weekend purtroppo non sono incoraggianti in quanto si profila un guasto generalizzato delle condizioni atmosferiche in tutto il bacino del Mediterraneo per la confluenza di correnti artiche che giungeranno dal nord Europa e la risposta umida e mite mediterranea.

E’ molto probabile che si possa formare una depressione strutturata tra il nord Africa e la Sardegna, capace di innescare intense correnti cicloniche ( scirocco nel weekend ), condizioni diffuse di maltempo ed aprire le danze per una nuova fase fredda successiva. Pensate che al nord Italia ed in Pianura Padana non si verificano precipitazioni degne di nota da molto tempo e le Alpi si presentano prive di neve, contrariamente al versante estero letteralmente inondato da badilate di neve!

A corredo lo scenario barico atteso tra Sabato e Domenica.

Foto di Antonio Aloisi

 

 

Pubblicato il 15/01/2019 22:10

Altri articoli che potrebbero interessarti