Dopo i temporali è il momento del maestrale, flessione termica ed ancora piogge irregolari!

Dopo i temporali è il momento del maestrale, flessione termica ed ancora piogge irregolari!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La Sicilia sta attraversando una lunga fase instabile prevalentemente a carattere temporalesco, per alcune aree anche eccezionale come nel palermitano e nelle ultime ore anche sull’arcipelago Eoliano dove ripetuti temporali hanno tormentato in particolar modo Lipari con risvolti alluvionali sul territorio.

Per lo Stretto di Messina tanti temporali nei paraggi, qualcuno anche in modo ravvicinato ed intenso come quelli che puntualmente si generano sull’Aspromonte o sui Peloritani, tanti fulmini, foto mozzafiato ma per fortuna situazione sotto controllo ( tranne i soliti allagamenti cronici nelle arterie note da anni e mai risolti ). Come non citare gli allagamenti che raggiungono lo sportello dell’auto attorno il lago grande di Ganzirri, la litoranea e tante arterie principali del centro, compresa la corsia del tram. In questo caso non c’entrano nulla le allerte meteo, il problema risiede altrove ed è conosciuto da anni.

Purtroppo la fine della stagione estiva vuol dire anche allerte meteo, situazioni localmente emergenziali frutto di un territorio fortemente fragile, poca prevenzione ed investimenti per nulla oculati. A poche settimane dall’inizio dell’anno scolastico si parla già di codici arancioni, rossi, il solito caos di ogni anno non appena giunge una fase di maltempo critica e siamo ancora neanche all’inizio. Ci auguriamo vivamente che questa amministrazione possa dotarsi di un servizio meteo interno che possa dialogare direttamente col C.O.C. al fine di evitare i disagi che abbiamo sperimentano pesantemente negli ultimi anni.

A corredo una foto giunta da Lipari ed un temporale che ha interessato lo Stretto ( foto di Alfredo Finanze), situazione più critica a Canneto dove si sono verificate colate di fango e detriti. Rinviata la festa di San Bartolo.

 


Maestrale e nuove piogge in arrivo

Analizzando la situazione attuale notiamo dal Satellite come una perturbazione a carattere freddo dal mar di Norvegia punti l’Europa centrale ed anche il bacino centrale del Mediterraneo. Nelle prossime ore il fronte freddo si adagerà sull’arco Alpino causando forti temporali ed una depressione sul mar Ligure pronta a traslare entro lunedì sul basso versante Adriatico. Si tratta del primo guasto dalle caratteristiche autunnali in grado di far abbassare di colpo i valori termici ovunque, mareggiate su tutti i versanti tirrenici esposti per venti di maestrale, piogge e rovesci annessi e successivamente aria tersa e limpida.

Lo Stretto di Messina vedrà nuovamente nubi e piogge provenienti dal Tirreno per la giornata domenicale, rovesci intermittenti che riguarderanno la costa tirrenica, il settore nord dello Stretto e la Calabria per tutta la sera e lunedì 27 mattina. A seguire un maestrale gagliardo ma in calo graduale entro mercoledì 29, aspettando da ovest una rimonta pressoria confortante sia in termini di stabilità che termicamente per i primi di settembre.

Asserire adesso che l’estate 2018 possa ritenersi definitivamente conclusa è un’eresia oltre che un azzardo. Alle nostre latitudini la bella stagione sa riscattarsi a pieni titoli anche nel mese di settembre, anzi in parecchi prediligono come il periodo di ferie proprio il mese entrante, momento ideale per godere a pieno le bellezze paesaggistiche, spiagge e località turistiche non più prese d’assalto ed invase da turisti, fracassoni della domenica e fonti di disturbo.

A corredo alcune mappe valide per la giornata domenicale. Piogge nuovamente tra Sicilia e Calabria e flusso sostenuto di maestrale.

 

Pubblicato il 25/08/2018 14:48

Altri articoli che potrebbero interessarti