Dal pomeriggio domenicale l’ingresso del ponente. A seguire anche nubi dal Tirreno e locali acquazzoni.

Dal pomeriggio domenicale l’ingresso del ponente. A seguire anche nubi dal Tirreno e locali acquazzoni.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Da giugno ad oggi si contano solo due giorni di break estivo, è senza dubbio una grande estate in Sicilia ed in riva allo Stretto di Messina.

Da diversi giorni sono tornate anche le notti insonni ed afose, merito un incremento dell’umidità nei bassi strati, mentre le massime si sono mantenute calde ma senza picchi esagerati ma sufficienti per rendere il caldo pesante, soprattutto per chi quotidianamente lavora e svolge attività fisiche. Tuttavia, mentre al Sud il Sabato sta trascorrendo in modo positivo tra bagni al mare, relax e divertimento negli stabilimenti balneari, al Nord e parte del centro si stanno abbattendo temporali intenti e locali nubifragi accompagnati da groppi di vento, raffiche di fulmini e danni.

A causare così tanto maltempo l’ingresso di una perturbazione atlantica preceduta da venti meridionali, ecco l’ingresso dello scirocco nello Stretto di Messina dal primo pomeriggio, peggioramento che si rivelerà al Sud entro la serata domenicale con piogge e rovesci in rotta verso le aree tirreniche.

La giornata domenica, pertanto, vedrà una prima parte della giornata tutto sommato tranquilla eccezion fatto per un pò di scirocco nel settore nord dello Stretto ma in calo e qualche velatura transitoria. Nel corso del pomeriggio però subentreranno tesi venti di ponente e maestrale nel basso Tirreno, motivo per cui il moto ondoso aumenterà in modo sensibile tale da poter arrecare qualche disagio soprattutto in vista di un traffico di natanti in mare non indifferente. Si consiglia pertanto di evitare di compiere lunghi tragitti nel Tirreno, senza perdere di vista l’approdo più vicino. In serata il Tirreno risulterà già molto mosso e con moto ondoso vivace.

Sempre dalla sera/notte, dal Tirreno potrebbero giungere imponenti congesti cumuliformi che potrebbero arrecare acquazzoni e rovesci verso la Costa Viola calabra e le coste tirreniche del messinese, esposto il settore nord dello Stretto, Mortelle, Acqualadrone e San Saba. Altrove aumento della nuvolosità soprattutto sui Peloritani, assenza di piogge invece procedendo verso l’area Ionica.

La prossima settimana esordirà pertanto con un fresco maestrale che riporterà le temperature nelle medie del periodo, unitamente alla presenza di nubi specialmente al mattino tra Isole Eolie, messinese tirrenico e Calabria con rovesci irregolari ma in dissolvimento. Mar Tirreno molto mosso, poco mosso lo Stretto.

Il maestrale sarà presente anche martedì ma destinato a placarsi del tutto entro sera, mentre i valori massimi guadagneranno qualche punto, in vista di un nuovo incremento della pressione atmosferica da mercoledì e la possibilità che ritorni nuovamente il caldo nei giorni a seguire, prova questa che l’estate è ancora lunga e potenzialmente intenzionata a pilotarci dal nord Africa nuove rimonte sahariane.

I modelli matematici ad oggi ipotizzano caldo importante di matrice subtropicale dal 2 agosto, con apice entro giorno 3, ma di questo avremo modo di approfondirlo nel prossimo aggiornamento!

Foto di copertina di Antonio Aloisi.

 

 

Pubblicato il 27/07/2019 19:24

Altri articoli che potrebbero interessarti