Dal nord Africa una nuova rimonta subtropicale. Temperature elevate da Venerdì a Domenica!

Dal nord Africa una nuova rimonta subtropicale. Temperature elevate da Venerdì a Domenica!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

L’estate procede a gonfie vele in Sicilia e nello Stretto di Messina, questo mese di giugno ha fatto dimenticare quella frescura e le piogge di maggio. Dopo l’anticiclone nord africano è stato il momento dell’alta pressione delle Azzorre, la stabilità atmosferica è stata accompagnata da temperature calde ma nella norma, mentre il “vento cavaliere” non ha mai abbandonato lo Stretto e lo Ionio, un vento termico tipico che mitiga certamente la calura, tipica della zona ed indice dell’estate.

Tuttavia, l’estate in corso ha voglia di stupire in senso positivo del termine e dal nord Africa avanzerà una nuove dose d’aria molto calda e torrida direttamente dal deserto del Sahara. Da Venerdì 21 l’alta pressione subtropicale imporrà i suoi massimi pressori poco a sud della Sicilia, ciò vorrà dire che proietterà isoterme arroventate dalla Tunisia verso le due Isole Maggiori, per poi interessare direttamente la nostra Regione. Da Venerdì a Domenica le temperature schizzeranno in alto su tutte le città siciliane, ma il caldo risulterà davvero pesante nelle aree interne e laddove spireranno venti di terra. Il catanese, il siracusano, l’ennese, si candideranno per sfondare agevolmente la soglia dei +35°C con picchi facilmente prossimi ai + 38°C e con i + 40°C alla portata di mano per qualche stazione. I venti saranno deboli ovunque con una componente da W/SW mentre solo sulle tirreniche potrebbero spirare timide brezze da NE.

Saranno tre giorni davvero difficili per coloro che lavoreranno all’aperto, per coloro che sono costretti ad affrontare lavori fisici. Si consiglia vivamente di non esporsi nelle ore centrali del giorno, bere tanto, mangiare frutta fresca e non appesantire l’organismo. Evitare di tuffarsi nelle fredde acque dello Ionio se particolarmente accaldati, moderare gli sbalzi termici corporei.

Solo domenica il caldo africano lentamente allenterà la presa, ma nella prima parte del giorno farà ancora molto caldo nella Sicilia centrale ed anche tra Messina, Catania e Siracusa.

Da lunedì 24 le temperature torneranno gradualmente nelle medie del periodo, merito infiltrazioni balcaniche da Grecale tra medio/basso versante Adriatico ed aree ioniche. Sul Balcani si svilupperanno imponenti temporali, mentre sull’Appennino centro/meridionale potrebbero fiorire locali temporali di calore pomeridiani.

Mentre la prossima settimana il caldo sarà presente ma senza particolari picchi esasperati, tra Spagna, Francia e nord Italia si boccheggerà, l’aria torrida sahariana verrà agganciata da una depressione atlantica tale da racchiudere il Mediterraneo occidentale e parte dell’Europa in una vasta cappa arroventata, calore che poi tornerà anche dalle nostre parti stavolta con una ritornante da nord, stavolta arricchita da un alto tasso d’umidità.

Insomma, dopo un mese di maggio sotto media, giugno potrebbe essere ricordato per l’opposto in diverse località del Mediterraneo.

 

 

Pubblicato il 20/06/2019 01:45

Altri articoli che potrebbero interessarti