Che splendida domenica sullo Stretto, ma la prossima settimana torna il maltempo.

Che splendida domenica sullo Stretto, ma la prossima settimana torna il maltempo.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

319544_10200819810805484_2047427230_nE’ un weekend meraviglioso questo tra le sponde dello Stretto di Messina. Dalla riviera nord sino a Giardini Naxos il mare è davvero luminoso e luccica sotto i raggi solari grazie anche ad un cielo terso e pulito, finalmente privo della fastidiosa sabbia desertica giallastra e fosca. I venti di brezza e le temperature gradevolissime hanno consentito a tutti di compiere attività all’aperto di ogni tipo e l’aria che si respira è davvero quella giusta per una domenica che si proietta verso la primavera.

Purtroppo però tanta benevolenza meteo verrà interrotta gradualmente la settimana che verrà con il ritorno di nubi compatte già a partire da lunedì pomeriggio, con precipitazioni sparse seguite da un rinforzo del vento dai quadranti meridionali mercoledì e lo scirocco che soffierà forte nello Stretto, attivato da una saccatura che si scaverà proprio sulle regioni centro meridionale. A seguire tanto maltempo e fenomeni anche intensi in particolar modo giovedì e venerdì quanto le correnti si disporrebbero di ponente e maestrale. In tal caso l’aria artica che seguirà la depressione consentirà nevicate a quote di alta collina su Nebrodi, Etna e Peloritani, in un scenario tipico dell’inverno inoltrato ed in linea con le caratteristiche del mese di marzo in Sicilia. 525533_4849584551950_760044200_n

Ovviamente mancano ancora molte ore per essere precisi sulla fenomenologia ma soprattutto sull’entità dell’irruzione artica prevista dai modelli matematici e ciò dipenderà prevalentemente da due fattori, in primis dal comportamento dell’alta pressione in Atlantico nel momento clou dell’irruzione polare e sulla localizzazione dei minimi depressionari sul mare nostrum483669_485591934823813_1676811364_n150457_10200827310552973_1387608884_n

Pubblicato il 10/03/2013 13:46

Altri articoli che potrebbero interessarti