Cessa lo scirocco e subentra il ponente. Qualche pioggia tra lunedì e martedì, poi variabilità.

Cessa lo scirocco e subentra il ponente. Qualche pioggia tra lunedì e martedì, poi variabilità.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

E’ stato un weekend caratterizzato dallo scirocco e dal flusso caldo umido nord africano, accompagnato da una nuvolosità prevalentemente sterile.

Il vento africano è stato particolarmente teso nel settore nord della riviera, davvero fastidioso e stizzoso tra Ganzirri e Capo Peloro mentre lo Stretto risultava mosso e spumeggiante. Temperature ovunque sopra le medie stagionali ed associate ad un tasso d’umidità alle stelle, ciò contribuisce a mantenere e rinnovare uno stato di confort sfavorevole al nostro organismo in caso di ambienti non climatizzati. L’estate 2019 sembra davvero voler durare 4 mesi consecutivi, da oggi siamo ufficialmente in autunno a tutti gli effetti ma per apprezzarlo dal punto di vista climatico, dovremo attendere ancora un pò.

A corredo alcuni scatti realizzati da Antonio Aloisi da Capo Peloro sotto il dominio sciroccale.

Cessato lo scirocco, la ventilazione si disporrà di ponente e maestro ad iniziare dalla serata di lunedì, mentre tra la notte e l’alba di martedì 24 potrebbero giungere delle precipitazioni sul messinese tirrenico e l’area dello Stretto, oltre che verso la Calabria, in rapido dissolvimento nel corso della giornata. Aumento del moto ondoso nel tirreno, mar Ionio invece da mosso a poco mosso. Temperature massime che rientrano nelle medie del periodo.

Per il resto poco o nulla da segnalare, la settimana sarà caratterizzata dal dominio di correnti oceaniche e treni di nubi che interesseranno al massimo le aree tirreniche peninsulari, mentre sul nord Sicilia giungeranno solo nubi irregolari e poco compatte. Vaste aree soleggiate ovunque, clima ancora molto gradevole ed apprezzato dai numerosi turisti che scelgono appositamente il mese di settembre per le vacanze estive presso le principali mete turistiche del nostro territorio.

Dando uno sguardo al lungo termine, pare che tra fine settembre ed inizio ottobre possa giungere dal nord Europa la prima vera perturbazione dai connotati autunnali, ma di questo avremo modo e tempo di riparlarne nei prossimi bollettini meteo.

 

Pubblicato il 23/09/2019 00:33

Altri articoli che potrebbero interessarti