Al via l’estate meteorologica ma con diverse insidie nuvolose e frescura. Notizie confortanti all’orizzonte!

Al via l’estate meteorologica ma con diverse insidie nuvolose e frescura. Notizie confortanti all’orizzonte!

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Si conclude un mese di maggio che verrà ricordato dalle nostre parti per la sua particolare dinamicità atmosferica, contraddistinta da piogge sopra media, da mareggiate, fasi di tempo instabile o quasi sempre mutevole, ma soprattutto per le sue temperature quasi sempre sotto media. Verrà ricordato in negativo tra gli operatori nella pesca dedicata al pesce spada, quasi sempre costretti a rimanere in porto per le condizioni meteo marine ostili, non ideali per espletare la tradizione caccia al pesce spada, pesca che in annate normali esordiva già a fine aprile. Verrà ricordato anche tra gli operatori turistici che nonostante si siano fatti trovare pronti per l’occasione, risultava davvero impossibile stare in spiaggia e tanto meno in costume.

Detto questo, termina ufficialmente la primavera meteorologica ed inizia l’estate meteorologica, data che convenzionalmente coincide con il primo giorno di giugno ma che non sempre purtroppo è indice di estate piena. Sarà purtroppo il caso di quest’anno in quanto ci troviamo ancora sotto l’influenza di una circolazione fresca ed instabile capace di condizionare il tempo su diverse zone di Sicilia e Calabria nel weekend. Dai Balcani si farà strada una goccia fredda in quota che centrerà il Sud, ciò si tradurrà in instabilità pomeridiana particolarmente attiva sui rilievi calabri e siculi, temporali che potrebbero anche lambire le coste limitrofe. Probabili focolai temporaleschi e rovesci nelle acque del basso Tirreno, sia domattina dinanzi la costa calabra che Domenica sempre nel settore compreso tra l’arcipelago eoliano, la Costa Viola ed il messinese, Stretto di Messina in primis dove non si escludono improvvisi scrosci di pioggia. Ampie schiarite saranno comunque possibili ed in talune zone anche durature, ma nel corso della tarda mattina si avrà un rapido sviluppo di nubi torreggianti su tutti i rilievi. Ventilazione a tratti tesa da maestrale o da Nord, mar Tirreno mosso, localmente mosso lo Ionio. Temperature di qualche grado sotto media.

Le condizioni atmosferiche miglioreranno gradualmente dalla giornata di Lunedì 3, anche se la ventilazione sarà ancora dai quadranti settentrionali ma l’instabilità riguarderà solo i monti e meno le coste, penalizzando solo la Puglia, Basilicata, Molise e Medio/Basso Adriatico. Da ovest si farà strada una rimonta d’aria nettamente più calda in risalita dal nord Africa, da martedì guadagneremo giorno dopo giorno diversi gradi in attesa del contributo dell’anticiclone africano che addirittura potrebbe regalare la prima vera scaldata dell’estate con valori anche over +33C° nelle aree interne, prossime ai 28/30°C anche lungo le coste nonostante i nostri mari appaiano particolarmente freddi per il periodo.

Da diversi giorni le emissioni modellistiche confermano un periodo nettamente più stabile, caldo e pienamente estivo sul Mediterraneo, anche se sappiamo bene che spesso l’anticiclone nord africano risulta un ” fuoco di paglia ” ma rispetto un mese di maggio così fresco ed instabile, è già un netto passo in avanti!

A corredo le mappe che mostrano la risalita di masse d’aria calde subtropicali verso il Mediterraneo centrale, da giorno 7 a giorno 9 si potrebbero registrare temperature molto calde in Sicilia, anche punte superiori a + 35°C, ovviamente uno scenario tutto da confermare!

 

Pubblicato il 31/05/2019 23:31

Altri articoli che potrebbero interessarti