Venerdì l’Atlantico ci libererà dal caldo opprimente ed insopportabile.

Venerdì l’Atlantico ci libererà dal caldo opprimente ed insopportabile.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sono giorni davvero pesanti dal punto di vista climatico anche in riva allo Stretto di Messina. In passato abbiamo quasi sempre tratto benefici dall’azione benefica dello Ionio che, grazie alle sue temperature più fredde ed ai venti termici, riusciva a mitigare la calura rispetto le altre località. Adesso tutti i nostri bacini hanno raggiunto ufficialmente i 29°C superficiali con picchi addirittura superiori nel basso Tirreno, un’autentica ” brodaglia ” che rilascia tanta umidità atmosferica, quella che causa ” sudate epiche ” soprattutto nelle ore notturne.

Molte persone hanno preferito addirittura non uscire di casa o evitando il mare al fine di stare sotto il tiro dei condizionatori, una scelta poco discutibile soprattutto per coloro che soffrono particolarmente tali condizioni climatiche.

L’alta pressione di matrice sub tropicale ha trovato una condizione favorevole per invadere senza problemi il nostro Paese e continuerà a farlo senza discontinuità almeno fino a Giovedì 10 e primissime ore di Venerdì 11. Anzi proprio nelle prossime ore il flusso sahariano scorrerà direttamente sulle nostre teste, complice la spinta del vicino Atlantico che proietta verso l’arco alpino una saccatura in evoluzione verso l’alto Tirreno.

Ed è proprio l’Atlantico che ci libererà dall’invasione dei cammelli da Venerdì 11 perchè proprio dal pomeriggio subentrerà del maestrale a tutte le quote, vento a tratti davvero sostenuto che renderà il Tirreno rapidamente molto mosso ed un calo graduale ma consistente delle temperature verso le medie normali del periodo.

Il maestrale in questione è legata ad una ” goccia fredda ” che scorrerà sul centro Italia in evoluzione verso il medio/basso adriatico e lungo il suo tragitto è facile immaginare che sfornerà temibili cumulonembi sulle calde acque del Tirreno, in evoluzione probabile lungo le coste annesse. Tutto questo potrebbe accadere Sabato 12 allorquando anche il settore nord dello Stretto di Messina e la Calabria potrebbero ricevere dei diluvi transitori dal Tirreno e maestrale. I nostri mari hanno accumulato tantissima di quella energia tale da poter sfornare ” mostri temporaleschi” se innescati a dovere. Ancora maestrale Domenica 13, quindi mare molto mosso nel Tirreno e con temperature assai gradevoli ma senza più fenomeni diffusi.

( Foto di Antonio Aloisi ).

Pubblicato il 08/08/2017 11:38

Altri articoli che potrebbero interessarti