Inizio di settimana gradevole ma l’Africa scalda nuovamente i motori.

Inizio di settimana gradevole ma l’Africa scalda nuovamente i motori.

Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Finalmente la prima pioggia degna di questo nome per il mese di giugno. Giusto una decina di millimetri in città ed in qualche caso quasi il doppio sui colli San Rizzo. Così si sono risvegliati i messinesi domenica mattina, con il suono della pioggia scrosciante ed una frescura eccezionale. Purtroppo gran parte delle precipitazioni si erano esaurite in breve tempo ed il terreno non è stato in grado di assorbire praticamente quasi nulla, molti alberi anche di grossa taglia si trovano in evidente stress idrico proprio a causa della siccità e del sole cocente.

Il flusso continentale proveniente dai vicini Balcani ha di fatto scacciato la foschia densa nei bassi strati, quindi l’elevato tasso d’umidità che giorno dopo giorno andava a farsi sempre più pesante unitamente a temperature già prossime ai 30°C nelle prime ore del mattino. Si torna a respirare, in qualche caso a sentir addirittura un pò di fresco sui sobborghi collinari della città ed in riva al mare, una bella boccata d’ossigeno per coloro che temono particolarmente il caldo. Il Tirreno da calmo ha visto aumentare repentinamente il moto ondoso per via della ventilazione moderata da Nord/ Nord Est. A corredo alcune foto scattate da Acqualadrone al tramonto da Enrico di Giacomo. Luce eccezionale, cielo limpido e terso e mare spumeggiante.

Andrà così anche Lunedì 19 allorquando continueranno ad affluire fresche correnti da Nord Est. Ventilazione sostenuta di Tramontana e Grecale al largo dell’arcipelago Eoliano, di maestrale al largo di Capo Rosocolmo. Tirreno mosso, localmente molto mosso. Poco mosso lo Stretto di Messina, molto mosso lo Ionio al largo. Da segnalare anche nuvolosità irregolare cumuliforme nelle ore pomeridiane sui rilievi calabresi in rotta verso le coste del basso Tirreno e chissà in serata anche sulle tiepide acque del mare antistante il messinese tirrenico. Temperature fresche al mattino, gradevoli di giorno all’ombra.

Da martedì la pressione atmosferica incalzante da ovest scaccerà via il flusso fresco balcanico e gradualmente tornerà la stabilità di stampo estivo, giorno dopo giorno le temperature si porteranno in linea con le medie del periodo per poi destinate a superarle probabilmente già entro il prossimo weekend. Le prospettive per fine mese indicano una nuova scaldata di stampo sub tropicale verso il cuore del Mediterraneo, probabilmente si tratterà del periodo più caldo del mese di giugno. Se così andrà sarà una mazzata per la siccità e l’agricoltura siciliana e non solo che avrebbe necessitato senza dubbio di annaffiate più abbondati ed uniformi, così come sarà una mazzata per coloro che si sono pronunziati sostenendo fosse “un’estate senza estate” . A coloro o colui che la pensa ancora così consigliamo vivamente di farsi un bagno nelle fresche acque dello Ionio al fine di rinfrescarsi le idee dato che il basso Tirreno potrebbe superare abbondantemente la soglia dei +25°C superficiali, candidandosi tra i mari più caldi ad inizio stagione negli annali delle estati mediterranee.

 

Pubblicato il 18/06/2017 23:15

Altri articoli che potrebbero interessarti